1. Herkunft des FamiliennamensPersachino, Herkunftsland: Italia

    Adelsstand: Nobili
    Heraldische Spur die Familie:Persachino
    Krone des Adels Persachino Antichissima ed illustre,originaria di Ravenna,e trapiantata nel Friuli dove prese il nome di un castello di cui fu infeudata dal Patriarca di Aquileja.Dicesi essere stesso sangue di quella di Varmo.Possedette nel Friuli,oltre il castello omonimo,quelli di Varmo,di sopra,di Varmo di sotto e Susans.Sostenne parte rimarchevole in quasi tutte le vicende del Friuli,e si rese chiara per uomini assai valenti nelle armi e nelle scienze.Che i membri della famiglia siano noncuranti delle cose volgari,ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa,lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti come il Dizionario Storico-Blasonico del commendatore G.B.di Crollalanza che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative,militari o altro,contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.Tali sono i principii,che da...Fortsetzung folgt
    sopracitati Autori si diedero a questa famiglia, ma per esser questo fatto assai remoto, e d'historia molto lontana, lasciamo perciò a più eruditi delle sacre antichità, e dell'historie l'investigarne il suo certo principio. Quel che però di certo habbiamo, è che la casata per la loro antichità, e splendore, e per virtù militare, carrichi così laicali, come Ecclesiastici, e per ogno altro pregio di Cavalleria nobilissimi si scorgono, e crebbero un tempo in tanto numero, e furono sì magnifici.

    Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Persachino

    Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht,kontaktieren Sie uns:

    Familien-Wappen:Persachino

    Familien-Wappen Persachino

    Blasonierung die Familie

    Di rosso, all'agnello pasquale d'argento; col capo cucito d'azzurro, carico di una mezzaluna montate, accostata da due stelle, il tutto d'oro.
    Kaufen Familien-Wappen
    Heraldrys Institute on Facebook
©2016-2017 Heraldrys Institute of Rome