Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Pietra, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti - Nobili
Nachname Variationen: Petreia
Heraldische Spur die Familie: Pietra
Nachname Variationen: Petreia
Krone des Adels Pietra Le più antiche memorie certe rimandano al 1040, anno in cui vivevano Manfredi ed Ardizzone, che sottoposero a rigoroso fedecommesso i feudi della Pietra, di Bissone e della Costa, con altre terre nel territorio pavese. Un Giovanni Pietra nel 1150 fu vicario imperiale d'Italia per l'Imperatore Corrado, cui aveva fatto l'ingente prestito di 50.000 fiorini d'oro, e che in retribuzione gli concesse di poter far batter moneta con la sua arma gentilizia. Isnardo, suo fratello, fu creato Cardinale di S. R. Chiesa. Guglielmo, capitano generale del popolo pavese, riuscì ad appacificare, che volevano decider fra loro con la spada, i conti di Langasco ed i Beccaria, famiglie, allora assai potenti in patria. Brunoro I, senatore di Milano, fu segretario dei Duchi Massimiliano e Francesco II Sforza. Da lui nacquero Francesco-Brunoro e Galeazzo. Il primo fu ciambellano di Lodovico il Moro, e maggiordomo e tutore dei suddetti duchi Massimiliano e... Fortsetzung folgt

Francesco che condusse e diresse, nella Corte imperiale, finchè non riacquistarono il trono, poi fu tesoriere generale, presidente dell'annona, consigliere ducale, e governatore delle armi di Vigevano, Lodi e Cremona; Galeazzo fu creato primo Vescovo il Vigevano. Vestirono l'abito dell'ordine Gerosolimitano Ottaviano nel 1586, Galeazzo ed Ottaviano nel 1599. Clemente, figlio del suddetto Brunoro-Francesco, fu conte di Cuselle, di Sartinara e di Silvano, cavaliere di Santo Stefano di Toscana e gran priore di quest'ordine nel 1563. Maurizio, di lui fratello, fu maestro di campo dell'Imperatore Carlo V, e fattosi poi ecclesiastico, fu creato Vescovo di Vigevano. Motto della famiglia: Bon Droit Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria di Genova. Erano signori del castello della Pietra, di Mongiardino nei monti liguri; ma altri così cognominati erano originari della Polcevera. Manfredo ed Alberto sono fra i cittadini genovesi che giurarono la pace con Pisa nel 1188. Guglielmo nel 1228, Opicio nel 1242, e Niccolò nel 1251 furono consiglieri della Repubblica; Antonio, anziano nel 1397, ed abate della valle della Polcevera nel 1399; Domenico Vescovo di Famagosta nel 1504; Battista console della Ragione nel 1528. Ascritti nei Cattaneo nel 1528. Lo stemma della famiglia Pietra è: Inquartato, nel primo e quarto di rosso, alla colomba d'argento in atto di spiccare il volo, tenente colle unghie una lista d'argento col motto Bon Droit a lettere majuscole di nero; nel secondo e terzo d'oro, a tre plinti di rosso, coricati , 2 e 1; sul tutto d'oro, al castello di rosso, torricellato di un pezzo, sostenente un'aquila, dal volo abbassato di nero.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Pietra

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Pietra
Nachname Variationen: Petreia

Familien-Wappen Pietra

1 Blasonierung die Familie Pietra

Inquartato, nel primo e quarto di rosso, alla colomba d'argento in atto di spiccare il volo, tenente colle unghie una lista d'argento col motto Bon Droit a lettere majuscole di nero; nel secondo e terzo d'oro, a tre plinti di rosso, coricati , 2 e 1; sul tutto d'oro, al castello di rosso, torricellato di un pezzo, sostenente un'aquila, dal volo abbassato di nero.

Pietra della Lombardia. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook