1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Ragnola, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Marchesi - Nobili
Heraldische Spur die Familie: Ragnola
Krone des Adels Ragnola Famiglia assai antica, originaria di Milano. L'8 febbraio 1843 Giuseppe, ricco appaltatore dell'esercito austriaco, otteneva la concessione della nobiltà dell'I.A. Il figlio suo Carlo (1828-1895) fu deputato al Parlamento Nazionale e senatore del Regno. Da Costanza, dei marchesi Trotti-Bentivoglio, ebbe Guido (nato 1861), che pure fu deputato al Parlamento e con la sorella Carmelita (nata 1854), vedova del conte Zucchini-Solimei, è iscritto nell'Elenco ufficiale, col titolo di nobile per mf. Motto della famiglia: Labor et fidelitas. Altro ramo. É compresa nel libro d'oro delle nobili famiglie milanesi del 1277. Diede questori, presidenti di magistrato, senatori, dottori di Collegio, decurioni, membri del tribunale di Provvisione, e cavalieri gerosolimitani. Fondò la chiesa della SS. Annunziata in Porta nova a Milano, ebbe il feudo di Vailate nel 1535, che poi perdette, e quello di Granozzo nel 1523, che conservò sempre e su cui ebbe il titolo di conte, poi quello di marchese. Il... Fortsetzung folgt

celebre architetto March. Luigi, autore dell'Arco della Pace in Milano, fu l'ultimo di sì chiara famiglia. Altro ramo. Famiglia di antica e nobile tradizione, originaria del Piemonte, di cui non si hanno notizie certe sulle sue origini. Il commendator G.B. di Crollalanza riporta la blasonatura di questa famiglia nei volumi del suo Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Ragnola

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Ragnola

Blasonierung die Familie

D'azzurro all'artiglio alato d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook