Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Zanardini, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Cavalieri
Heraldische Spur die Familie: Zanardini
Krone des Adels Zanardini
Antica famiglia veneta, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in delle variazioni dialettali dell'aferesi del nome "Giovannardo", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, tal casato, verosimilmente, venne fregiato del cavalierato, in seguito alla partecipazione, connotata da coraggio ed onore, sotto i vessilli della Santa Lega, di un Pietro Zanardini, al celebre fatto d'armi della Battaglia di Lepanto, del 1571. Ma, d'altronde, la famiglia, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Giorgio, soldato di ventura al servizio della Serenissima, vivente nel 1569; Roberto, dottore in ambo le leggi, vivente in Venezia, nel 1573; Cav. Lorenzo, Regio Notaio, vivente in Torino, nel 1667; Luigi, dottore "in utroque jure", vivente in Venezia, nel 1723; Saverio, dottore in Sacra Teologia e lettore... Fortsetzung folgt
di Filosofia, vivente in Padova, nel 1742; Giovanni (1777-1813), il quale dal servizio Veneto passò a quello della Repubblica Cisalpina, in nsegnò fortificazione alla Scuola Militare di Modena, nel 1803 fu promosso capobattaglione, dopo aver partecipato alle campagne dal 1799 al 1801, partecipò anche alla campagna del 1805, il Teulié lo chiamò a Stettino nel 1807 ed in questa campagna si distinse largamente e meritò la Corona Ferrea, nel 1808 prestava servizio a Brescia, l'anno seguente prese parte alla campagna in Germania e fu fatto prigioniero, nel 1810 diresse le fortificazioni di Peschiera, nel 1811 venne promosso colonnello, nel 1812 in Russia, dove si prodigò nel gettamento dei ponti sulla Beresina e mori a Kùstrin, di tifo; Giacomo, consigliere della Serenissima, vivente nel 1757; Giulio, medico e chiaro filosofo, vivente in Padova, nel 1787; Pietro, ingegnere camerale in Milano, vivente nel 1792; Antonio, canonico e autore di numerose prose, vivente in Venezia, nel 1797; Gabriele, virtuosissimo giureconsulto, vivente in Venezia, nel 1801; Giovanni, dottore in medicina, vivente in Venezia, membro effettivo del Reale veneto Istituto di scienze, lettere ed arti, in data 7 agosto 1843. La famiglia, inoltre, accumulati beni mobili e terreni nella zona di Sesto al Reghena, decise di costruire l'omonima villa, verso la fine del XVIII secolo, con la facciata principale allineata alla strada e l'altro fronte proiettato verso la campagna; da notare che, nei rilievi d'epoca, non compaiono le due barchesse che attualmente racchiudono l'area interna. L'edificio, a planimetria allungata e regolare, si eleva su tre piani, con corpo centrale sormontato da timpano triangolare, decorato con statue; al portale d'accesso, fiancheggiato da finestre rettangolari con incorniciature in pietra, corrisponde, al piano nobile, una trifora con balconata, mentre, nella zona dell'attico, sono presenti quattro finestre rettangolari disposte in linea con quelle aperte lungo le ali simmetriche, anche se, quest'ultime, sono di forma quadrata. Del tutto simile appare la disposizione della facciata sud prospettante verso la corte interna, dove vi sono tracce di affreschi rilevabili in prossimità delle finestre. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Zanardini

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Zanardini

Familien-Wappen Zanardini

1 Blasonierung die Familie Zanardini

D'oro alla fascia cucita d'argento accompagnata in capo da 3 stelle del medesimo ed in punta da un leone illeopardito di rosso.

Fonte: Archivio Storico di Heraldrys Institute of Rome.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook