Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Di Marsico, country of origin: Italia

Nobility: Nobili - Baroni
Heraldrys of family: Di Marsico
Nobility crown Di Marsico Antica e nobile famiglia calabrese, originaria di Altilia, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata nell'italianizzazione del cognomen latino "Marsicus", con il significato di "marsicano", appartenuto, probabilmente ad un, oggi ignoto, capostipite. La famiglia, già nel XV secolo, trovavasi in Napoli, alla corte Aragonese. In ogni modo, tal illustre casato, il quale risulta fregiato del titolo baronale sopra Campitelli, possedette, sin dal tardo XVI secolo, i feudi di Lattarico e Regina, tanto che, anche dopo l'eversione della feudalità (legge 2 agosto 1806), i suoi membri continuarono a... To be continued

dimorare a Lattarico, nonostante i loro possedimenti e quindi i loro interessi economici fossero stati drasticamente ridimensionati per effetto di tale legge. Nella chiesa matrice del paese, intitolata a San Nicola, è, infatti, ricorrente il nome della famiglia Marsico e, soprattutto, di Elisa Marsico, baronessa e benefattrice del paese, la quale istituì la festa delle "Verginelle", al fine di suggellare la sua fede nella Vergine Addolorata. La chiesa di San Nicola è, d'altronde, intimamente legata alla famiglia Marsico tanto che essa costituiva, insieme al palazzo Barracco-Marsico, un unico complesso architettonico. Tal casato, inoltre, nel corso dei secoli, sempre riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Giovanni Marsico, nativo di Colubrano, cappellano abbaziale, il quale divenne Vescovo di Marsico col nome di Giovanni III, nel XII secolo; Luigi, notaio, vivente in Cosenza, nel 1563; Cav. Giuseppe, dottore in "utroque jure", vivente in Cosenza, nel 1623; Bernardo, il quale servì il re di Spagna durante la rivolta di Masaniello del 1647 e fu mastro di campo, nelle guerre del 1652/3 in Catalogna e in Barcellona; Michele Marsico, Vincenzo Marsico e Gaspare Marsico, promotori, con Luigi Caruso, del Governo di Salute Pubblica in Catanzaro, nel 1848; Gaspare (1813-1874), figlio di Michele e di Maria Mazzei da S. Stefano di Rogliano, deputato di Rogliano e di Torre Annunziata nelle legislature VIII, IX, X e XI, prese parte ai moti del 1831. Nel 1843 è stato arrestato a Cosenza. Promotore, con gli altri, nel 1848, della rivoluzione calabrese, riuscito a fuggire dopo la condanna a morte e dichiarato nemico pubblico, rimase lungamente nascosto, sfuggendo alle incessanti ricerche della polizia borbonica: fu con altri esule anche a Malta, dove lo raggiunsero Stocco e Ventura. Tuttavia, volendo far cessare le crudeli persecuzioni contro la sua famiglia, si costituì nel maggio del 1858; venne però ben presto liberato. Appartenne al Partito Democratico Costituzionale, alla Camera sedette a sinistra. Fu membro di Giunte e Commissioni, presentò interpellanze, prese spesso la parola su problemi regionali e generali. Giuseppe, sindaco di Altilia, nel 1880; Gabriele Marsico, detto "Altilio", Intellettuale della Corte Aragonese, poeta latinista ed Accademico Pontaniano, Istitutore e Segretario di Ferrante d'Aragona e poi Vescovo di Policastro. I cognomi di cotal risonanza storica, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Buy a heraldic document on family Di Marsico

Coat of Arms of family: Di Marsico

Blazon of family

D'oro, al monte di sei cime di verde.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook