Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Drivio, country of origin: Italia

Nobility: Marchesi
Heraldrys of family: Drivio
Nobility crown Drivio Antica famiglia patrizia milanese, iscritta nella matricola d'Ottone Visconti, che ha per capostipite conosciuto Franzino di Todesco, altro de' compilatori degli Statuti del 1351. Giacomo Stefano (de. 1484), discendente di Franzino, dispose col suo testamento che venisse eretta in S. Eustorgio la monumentale cappella, che servir doveva di avello gentilizio alla famiglia sua. Il suo secondogenito, Alessandro (dec. 1506), fu cameriere ducale, capitano generale dell'esercito ducale e padre di Carlo (n. 1495), decurione, dei XII di Provvisione, il quale vendette a Francesco I re di Francia l'area per l'erezione in Zibido della cappella commemorativa della celebre battaglia detta de' Giganti,... To be continued
avvenuta a Melignano nel 1515. Di Cesare (1449-1554), di lui fratello, fu abiatico altro Carlo (dec. 1608), che nel 1605 riacquistò i beni di Zibido, detti della Vittoria, che rimangono tuttora in possesso della famiglia, glorioso ricordo dei quella pugna memoranda; fu pure dei XII di Provvisione ed appartenne all'Accademia dei Inquieti. Il figlio suo, Ippolito (1599-1665) partecipava al celebre carosello svoltosi nel 1649 nel cortile del palazzo ducale in onore di Maria Anna d'Austria, sposa a re Filippo IV e fu bisavo di Annibale (1726-18039, col quale si estinse il suo ramo. Luigi (dec. 1509), fratello del surricordato Alessandro giureconsulto collegiato lettore a Pavia, questore del Magistrato Straordinario, fu da Luigi XII eletto senatore, ma il ramo suo finì XII eletto senatore, ma il ramo suo finì pure nella prima metà del sec. XVII. Gio. Francesco (dec. 1517) fratello primogenito dei suddetti Luigi ed Alessandro, aulico ducale, fu fedele partigiano di Massimiliano Melegnano, che poi in seguito i Brivio perdettero. Egli dispose per testamento l'erezione di una cappella gentilizia in S. Satiro, ove i discendenti suoi trovarono sepoltura fino alla fine del sec. XVIII, mentre quelli de' fratelli suoi usufruirono dell'avello gentilizio in S. Eustorgio. Il figlio di lui, Dionigi (1508-1580), dei LX decurioni, dalla madre Margherita Landriani, nota per la sua devozione agli Sforza, allevato nella fedeltà alla famiglia ducale, seguì Francesco II nell'esilio facendo di poi ritorno a Milano quando quest'ultimo riacquistò lo Stato. Caduta la dinastia sforzesca, Dionigi dal nu dei LX decurioni, nel 1589 fu nominato commissario generale dell'esercito e nel 1609 chiamato a far parte del Consiglio Segreto.

Buy a heraldic document on family Drivio

Coat of Arms of family: Drivio

Blazon of family

Una barra d'oro in campo celeste.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook