Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Search last name
  3. Search Result
  4. Origin of last name

Origin of last name Salviati, country of origin: Italia

Nobility: Nobili - Duchi
Heraldic trace of family: Salviati
Nobility crown Salviati Antichissima e memorabile famiglia, il cui capostipite, secondo la tradizione, andrebbe rintracciato in quel Gottifredo, vivente in Firenze, nel secolo XII. Alcuni genealogisti, inoltre, lo vollero far appartenere alla famiglia dei Caponsacchi. In ogni modo, dal 1297 al 1525, i membri della famiglia parteciparono alla Signoria della Repubblica fiorentina. Cambio, di Salvi Salviati, medico, fu il primo ad ottenere le magistrature, ebbe la carica di priore, poi quella di gonfaloniere di giustizia nel 1335. Lunga è la serie degli uomini illustri che, dopo il predetto dottor Cambio, onorarono la patria e che resero celebre la famiglia nella storia di Firenze.... To be continued

Dette 62 priori, 20 gonfalonieri di giustizia e 5 cardinali alla Chiesa. Forese, di Giovanni, armato cavaliere dai Ciompi nel 1378, fu capitano generale della Romagna fiorentina nel 1397; Andrea, di Francesco, godette tutte le autorità municipali, nel 1379 fu sindaco per trattare la pace col Pontefice, capitano a Pistoia e nel 1380 ambasciatore a Venezia; Alamanno, suo fratello, fu podestà di Todi e, nel 1366, ambasciatore a Siena; Jacopo, del predetto Alamanno, fu personaggio eminente e fra i più illustri cittadini fiorentini, sconfisse i conti Guidi e gli Ubertini nel 1404, fu commissario generale per la guerra di Pisa nel 1405, governatore di Piombino nel 1410, ambasciatore a Bonifazio IX nel 1403, al re di Francia nel 1404, a Papa Benedetto XII, nel 1407 ed ai bolognesi nel 1410; Giannozzo, di Marco, si affermò nel 1461 nelle guerre di Cipro; suo fratello Bernardo fu ambasciatore al re d'Aragona nel 1436; Alemanno, di Jacopo, ambasciatore al Pontefice, nel 1435 e nel 1437 deputato al Concilio Eucumenico; Giuliano, di Francesco, nel 1494 e 1495, fu ambasciatore a Carlo VIII; Alamanno, di Averardo, nel 1499, commissario per la guerra di Pisa; Jacopo, di Giovanni fu strenuo difensore della libertà della patria, ebbe importanti ambascerie e fu uno degli ostaggi consegnati agli imperiali durante il famoso Sacco di Roma; Alamanno e Alessandro, di Pietro, nel 1544 difesero Siena e il secondo, per ordine di Cosimo I dei Medici, fu fatto decapitare come ribelle; Francesco, di Bernado, nel 1571, fu innalzato al Gran magistero dell'Ordine di S. Lazzaro; Lorenzo, di Jacopo, fu governatore di Siena nel 1607 ed acquistò i carchesto di Montieri nel 1621, feudo al quale fu aggiunto Boccheggiano nel 1637 ed eretto in marchesato a favore di Antonio, suo nipote; Alamanno Salviati (Firenze, 1669 - Roma, 1773) fu protonotario e legato apostolico a Urbino, poi fu nominato Cardinale nel 1730; il Cardinale Gregorio Anton Maria Salviati (Roma, 1722 - 1794), nominato tale nel 1777, ultimo erede maschio, lasciò il nome e i titoli dei Salviati a al Principe Marcantonio IV Borghese, marito di sua nipote Anna Maria Salviati; il Duca Scipione Salviati, terzogenito di Marcantonio e Annamaria, prese il cognome Salviati per disposizione del padre, capitanò il movimento cattolico in Italia servendo sempre fedelmente il papato e dopo Porta Pia fu uno dei principali esponenti dell'opposizione cattolica intransigente contro il nuovo Stato Italiano. Egli, inoltre, fondò l'Ospedale Bambin Gesù di Roma. La famiglia levò per arme. Bandato doppiomerlato d'argento e di rosso. Alias. Di rosso, a tre bande doppiomerlate d'argento. Alias. D'argento, a tre bande doppiomerlate di rosso. N.B. Lo stemma del 2° tipo è usato anche dal ramo francese della famiglia. Si trova anche partito con lo stemma dei Medici, con quello delle famiglie Venturi (Tommaso Salviati e Settimia Venturi, fine XVIII sec.), Nerli (Gherardo Salviati e Francesca Nerli, 1569), da Gagliano (Antonio Salviati e Lucrezia da Gagliano, 1570) e Martini di Venezia (Giovanni Martini e Cornelia Salviati, fine XV sec.). Il cardinale Gregorio Salviati fu ammesso al patriziato


Buy a heraldic document on family Salviati

For more information or questions please do not hesitate contact us:

Coat of Arms of family: Salviati

Coat of Arms of family Salviati

1 Blazon of family Salviati

D'argento a tre bande doppiomerlate di rosso.

Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook