Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Caira, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Signori - Conti - Marchesi - Baroni
Rastro heráldico de la familia: Caira
Corona de la nobleza Caira
La nobilissima famiglia Scarampi del Cairo, nel dispiegarsi dei lustri, si è divisa in molti rami, le cui cognominizzazioni, pur avendo matrice comune con il nucleo principale, differirono parzialmente e così ebbero origine le famiglie Cairo, Caira, Cairi etc. Riporteremo, però, la storia della originale prosapia, poiché è da essa che tutto ebbe inizio. Fu essa un'importante famiglia astigiana di orientamento ghibellino. Furono inizialmente banchieri nelle Casane astigiane a Genova e poi in Francia e in Belgio. Alcune tra le più antiche memorie risalgono a Guglielmo, che fu podestà di Genova verso la metà del secolo XIII, e che ebbe per nipote Antonio, che fu investito di Mombarcelli il 19 maggio 1329 dall'imperatore Lodovico il Bavaro e che, avendo acquistato da Emanuele Traversagni porzioni di Vinchio, ne fu investito dallo stesso imperatore con diploma di pari data con i feudi di Montaldo e Monbarone. Procreò costui Giovannone, Oddone, Giacomo, Matteo... Continuará
e Tomeno, i quali essendosi arricchiti considerevolmente nelle Fiandre, ove tenevano banchi di credito, acquistarono il 7 febbraio 1337 dal marchese Manfredo di Saluzzo per 110.000 fiorini d'oro di Firenze numerosissimi feudi e cioè Cortemiglia, Vernetto, Perletto, Torre d'Uzzone, Saleggio, Cairo e sua castellata, Rocchetta Cairo, Carcare, Bubbio, Monastero. Il 17 aprile 1339, i precitati cinque fratelli procedettero alla divisione dei feudi. Matteo, che partecipò alla battaglia di Gomenario (1343) con il marchese Giovanni di Monferrato e fu consigliere marchionale e ambasciatore, morì improle, come non lasciò discendenza il fratello Tomeno. Oddone, che col fratello Giacomo fu investito di Cortemiglia e di Saleggio il 20 dicembre 1339 e nel 1342, fu dottore di leggi e pari della curia del marchese di Monferrato. Da lui nacquero Antonio, Enrico, Matteo, Emanuele ed Alerano. Enrico (dec. 1440), che fu consigliere del marchese Teodoro di Monferrato ed ebbe da esso importanti incarichi, fu vescovo di Acqui, quindi di Belluno (1405) e di Feltre (1406). Nel 1408 fu mandato a Milano qual governatore per sedarvi le fazioni unitamente ad Ugolino da Fano. Nel 1414 fu presente alla Dieta chiamatovi dall'imperatore Sigismondo di Lussemburgo, e sedette al Concilio di Costanza in qualità di elettore. Il pontefice Martino V lo creò tesoriere della Camera Apostolica e governatore della Terra di Lavoro e delle Maremme. Altra famiglia. Nobile casato milanese, conosciuto come Cairo o Caira. Appartenne ad esso quel Francesco (nato Varese, 26 settembre 1607; + Milano, 1674), pittore Ducale, allievo del Murazzone ed aiutante di Camera di S.A. Cavaliere di SS.Maurizio e Lazzaro. Per la riduzione del feudo di Peglia, in odio di Andrea Pellegrino, fu infeudato di esso (1646, 16 settembre), per maschi e femine e con usufrutto alla moglie. Non ci è pervenuta notizia certa della descrizione dello stemma originale della famiglia. Tuttavia, sulla base di congetture e ricostruzioni araldiche, riteniamo che esso dovesse essere il sottodescritto. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Comprar un documento heráldico de Caira

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Caira

Escudo de la familia Caira

1 Blasòn de la familia Caira

Troncato; nel 1° d'argento alla testa di moro al naturale; nel 2° d'argento alle tre bande di rosso; sul tutto una fascia d'azzurro attraversante sulla troncatura.

Il blasone di questa famiglia risulta ignoto o perso, l'attuale rappresentazione è frutto di un ricostruzione sulla base di congetture araldiche.

Escudo de la familia Caira Panunzi

2 Blasòn de la familia Caira Panunzi

Partito; nel primo (Caira) troncato; a. d'argento alla testa di moro al naturale; b. d'argento alle tre bande di rosso; sul tutto una fascia d'azzurro attraversante sulla troncatura; nel secondo (Panunzi) d'azzurro, alla banda di rosso accompagnata in capo da un crescente d'argento, e in punta da un monte di tre colli del medesimo uscente.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook