1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Búsqueda apellido

Origen del apellido Demanzoni, país de origen: Italia

Nobleza: Marchesi - Nobili
Rastro heráldico de la familia: Demanzoni
Corona de la nobleza Demanzoni Famiglia originaria del Veneto, da dove sembra venisse in Romagna circa nel 1400, e si ritiene che avesse origine nella vallata del Brembo. A Padova si trovano memorie di un beato Antonio Demanzoni, vissuto nel XIII secolo. Si può ritenere che la famiglia abbia comuni origini con quelle che vivono attualmente a Vicenza e Padova. Dei primi Demanzoni, appartenenti al ramo venuto in Romagna, alcuni si diedero alla carriera delle armi e se ne hanno notizie all'inizio del XV secolo in Castelnuovo, località allora fortificata presso il castello di Solarolo. In questo contado si trattennero e vi sono memorie che li ricordano. Altri eccelsero negli studi, nelle armi e nelle opere di pietà, furono monaci ed ecclesiastici. Nel 1583, la famiglia si trasferì a Lugo definitivamente; ed in fatti ivi l'11 gennaio 1585, con atto rogato da Notaio Gentilini, i fratelli, minori di età, Antonio e Virgilio Demanzoni, figli di... Continuará

Domenico-Maria (1517-1583), vendettero del terreno. Dei figli di Virgilio, Antonio (1583-1653) sposò in Lugo nel 1601 Lucia, della famiglia dei Ricci. Da questo matrimonio nacquero due femmine, Antonio (1655-1724) e Giacomo-Maria. Giacomo Maria (1657-1720), fu arciprete di Barbiano presso Lugo, laureato in Diritto e di profonda cultura, costituì con pubblico istrumento del notaio lughese Giovanni Evangelista Zanotti la donazione per il quale sorse la fondazione ad studia Manzoni, tuttora fiorentissima e che fornisce aiuti in danaro agli studenti della famiglia. L'altro figlio Antonio sposò Lugaresi Margherita, di nobile famiglia lughese, ed ebbe tra gli altri figlioli, due maschi, Virgilio (1675-1735), e Domenico-Maria (1681-1758); il primo si dedicò alle armi e si unì in matrimonio con Peri Olimpia. La famiglia Manzoni con i due figli di Antonio, di cui si è fatto testé menzione, si divise in due rami dei quali tratteremo separatamente . Dei discendenti di Virgilio, il figlio Giuseppe (1701-1763) che si dedicò alle armi ebbe vari figlioli, fra cui Antonio (1733-1799) che fu nominato dal Duca di Modena conte di Chiosca e Poggiolo. Questi ebbe un solo erede, il conte Giulio, che fu padre del conte Francesco (1792-1852), il quale sposò Paola Cantua e fu consultore della provincia di Ferrara. Seguì il movimento liberale del 1831 e per ciò fu perseguitato ed imprigionato nei campi di Lombardia e nel 1737 agli ordini del Duca di Lorena in Ungheria contro i Turchi. Che i membri della famiglia Demanzoni siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti come il Dizionario Storico-Blasonico del commendatore G.B. di Crollalanza che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.


Comprar un documento heráldico de Demanzoni

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Demanzoni

Blasòn de la familia

D'azzurro, inquartato da un figletto di nero; al primo a tre stelle di argento, ordinate in banda; al secondo a tre monti verdeggianti al naturale, ordinati in banda, uno attraversante sull'altro; al terzo al leone d'argento, rivoltato, linguato di rosso, coronato d'oro, al quarto all'elmo d'argento.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook