Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Di Fonte, país de origen: Italia

Nobleza: Baroni - Nobili
Heráldica de la familia: Di Fonte
Corona de la nobleza Di Fonte
Si crede esser progenitor della famiglia F. di Sicilia Girolamo F., poiche egli hebbe la Castellania di Minèo, ove hà fiorito fin a' nostri tempi la famiglia F. nobilmente; e si trova prossimo à lui Antonio F. Barone del feudo di Raga'ginegi nel territorio di Caltagirone, il qual feudo l'acquistò per sua moglie Mannella dopo la sua morte, e Gio: Nicolò F. gentil'huomo di Minèo casato in Leontini con Leonora Fimetta, figlia di Riccardo Fimetta derivato per linea diretta da quel chiarissimo Barone Leontino Simone Fimetta, il quale è annoverato frà i Baroni del servigio militare del Rè Lodovico con... Continuará
4 Cavalli; da questo Gio: Nicolò ne pervenne Luca Pinello F., c'hebbe per moglie la sorella di Giovanni Buonaccolto, e fù Barone del feudo di Cariato, nel quale gli successe Calcerano F. nel 1486, à chi Beatrice, che poi lo diede à Pietro F., il quale fù progenitor di molti gentil'huomini. Altro ramo. Antichissimi abitanti di Venezia, provenienti da Bergamo, dove esercitavano la mercatura, e nel 27 settembre 1646 un Annibale venne assunto alla veneta nobiltà con tutti i discendenti legittimi in perpetuo. La parte ballottata in Senato con voti favorevoli 141, contrari 2, non sinceri 2, ottenne nel Maggior Consiglio voti favorevoli 683, contrari 52, non sinceri 13. Nel secolo XVIII detta famiglia si estinse con Zuanne fu Annibale, e l'erede fu Zuanne Veniere fu Aurelio, figlio di Perina Fonte, maritata nel 1683. Abitava alla Madonna dell'Orto. Altre famiglie fiorirono in varie regioni, "Sicilia"; stipite di questa nobile famiglia fu un Girolamo signore del castello di Mineo. Antonio fu barone del feudo di Ragalginegi in Caltagirone; un Giovanicola gentiluomo casa in Lentini; Luca barone del feudo di Cariato. "Marche", le cui più antiche memorie risalgono al secolo XV. Un Dragone fu, nel 1426, capitano del duca di Urbino. Antonio di Nicolello nel 1441 gonfaloniere. In seguito fino ai nostri giorni più di sessanta individui di questa famiglia furono investiti della stessa carica e delle altre principali del Comune. Di questa famiglia esistettero tre rami: 1° quello di Biscaccianti propriamente detto, estinto da più di un secolo; 2° quello dei Biscaccianti- Zeccadoro estinto nel secolo XIX e costituito dalla discendenza di Scipione che aggiunse nel secolo XVII al propriora vedesi avanti al loro palazzo

Comprar un documento heráldico de Di Fonte

Escudo de la familia: Di Fonte

Blasòn de la familia

Di rosso al leone rampante d'oro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook