1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Rastro Heráldico Diaceto

Apellido: Diaceto

Dossier: 18950
Idioma del texto: Italiano
Nobleza: Nobili - Duchi
Nobles en:Italia (Toscana - Sicilia)
Variaciones Apellido: Cattani Diacceto,Diacceto,Diacetti,Cetoca,Diacetto,Ceto,di Pelago,Diacceti

Vista previa heráldica y genealógica de la familia :
Diaceto
Variaciones Apellido: Cattani Diacceto,Diacceto,Diacetti,Cetoca,Diacetto,Ceto,di Pelago,Diacceti


Compra un Documento Heráldico con Tu Escudo

Corona de la nobleza DiacetoLa famiglia ha origine Normanna, da Rollone Duca di Normandia, chiamato nel Battesimo Rubberto, il quale con Gisla del Rè Carlo di Francia procreò Guglielmo, e Gerloc donzella, che fù moglie di Guglielmo Conte di Poitou, Guglielmo successe nella Duchea al padre, e con Sprota, nobilissima giovane di Dacia, fece à Riccardo, che reuscì valoroso cavaliero. Da Riccardo, terzo Duca di Normandia, e di Gunnoride nobile Daciana sua seconda moglie; perchè con Emma, figlia di Ugo Duca della Francia, prima moglie non lasciò prole veruna, nè nacquero Goffredo, e Guglielmo, che furono ambedue Conti d'Aucense, ò d'Ocetense, Maugerio Conte Corbiliense, Rubberto Arcivescovo di Roano, Haduis moglie di Coffredo Conte di Bertagna, Matilde d'Odone Conte di Blois, Emma moglie di Canuto Rè d'Inghilterra; e Riccardo secondo, che successe al padre, nel Ducato di Normandia. Questo secondo Riccardo, con sua moglie Giuditta, sorella di Coffredo Conte di Bertagna, procreò Riccardo, che successe ...
Continuará

Blasón Diaceto
Variaciones Apellido: Cattani Diacceto,Diacceto,Diacetti,Cetoca,Diacetto,Ceto,di Pelago,Diacceti

Escudo de la familia Diaceto

1° Escudo de la familia Diaceto
Idioma del texto: Italiano

Spaccato d'oro e di nero, al leone dell' uno nell'altro, brisato in capo da un lambello di rosso. Cimiero: Un leone uscente di nero.

Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Comprar
Escudo de la familia Diacetto

2° Escudo de la familia Diacetto
Idioma del texto: Français

Coupé d'or sur sable, au lion de l'un en l'autre ch. d'un lambel de cinq pendants de sable le pendant du milieu d'or. Cimier: le lion issant de sable. Supports deux lions d'or.

Blason de la famille Diacetto ou Diacetti. Source: "Armorial Général par J.B.Rietstap".

Comprar
Escudo de la familia Diacceto

3° Escudo de la familia Diacceto
Idioma del texto: Italiano

Troncato d'oro e di nero, al leone dell'uno all'altro, accollato da un lambello a quattro (o cinque) pendenti di rosso.

Blasone della famiglia Diaccetto; fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze fasc.1759. Note: il cognome indica il luogo di provenienza in Val di Sieve; si trovano indicati anche come «Cattani da Diacceto». Un ramo della famiglia si trasferì nel Napoletano con Gaspare da Diacceto alla fine del XV secolo; assumendo in seguito il titolo di duca di Atri e conte di Castelvillano. Lo stesso ramo si trasferì in Francia: Lodovico Cattani da Diacceto, maestro di casa del re di Francia, sposò nella II metà del XVI secolo Anna Acquaviva d'Aragona adottando uno stemma in cui quello fiorentino è sul tutto di un inquartato (1° e 4° d'oro, al leone d'azzurro (Acquaviva); 2° e 3° d'Ungheria, Gerusalemme, Napoli e Aragona) (L'Hermite 1661). Lo scudetto di Francia appare solo in due esemplari: uno riferito a Carlo da Diacceto, vicario a San Giovanni Valdarno nel 1410, l'altro riferito ad Alessandro da Diacceto, podestà di Greve nel 1547.

Comprar
Escudo de la familia Diaccetto

4° Escudo de la familia Diaccetto
Idioma del texto: Italiano

Troncato d'oro e di nero, al leone dell'uno all'altro tenente uno scudetto di Francia, accollato da un lambello a quattro (o cinque) pendenti di rosso.

Blasone della famiglia Diaccetto; fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze fasc.1759. Note: il cognome indica il luogo di provenienza in Val di Sieve; si trovano indicati anche come «Cattani da Diacceto». Un ramo della famiglia si trasferì nel Napoletano con Gaspare da Diacceto alla fine del XV secolo; assumendo in seguito il titolo di duca di Atri e conte di Castelvillano. Lo stesso ramo si trasferì in Francia: Lodovico Cattani da Diacceto, maestro di casa del re di Francia, sposò nella II metà del XVI secolo Anna Acquaviva d'Aragona adottando uno stemma in cui quello fiorentino è sul tutto di un inquartato (1° e 4° d'oro, al leone d'azzurro (Acquaviva); 2° e 3° d'Ungheria, Gerusalemme, Napoli e Aragona) (L'Hermite 1661). Lo scudetto di Francia appare solo in due esemplari: uno riferito a Carlo da Diacceto, vicario a San Giovanni Valdarno nel 1410, l'altro riferito ad Alessandro da Diacceto, podestà di Greve nel 1547.

Comprar

Verba Volant, Scripta Manent
(Las palabras vuelan, lo escrito queda)
Compra ahora un Documento Heráldico Profesional

Cada apellido tiene una historia que contar
Inmortaliza Tu Apellido

Ver los Pergaminos

Búsqueda apellido

Cómo hacer una investigación heráldica preliminar

Es posible hacer una investigación preliminar en nuestro archivo. Cerca de 100,000 rastros heráldicos, orígenes de apellidos, escudo de armas y blasónes están disponibles sin cargo. Simplemente escriba el apellido deseado en el siguiente formulario y presione enter.

Loading...

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Notas legales

  1. Todo el contenido de esta página se distribuye bajo licencia Creative Commons Attribution - Share Alike 3.0 Unported. En palabras simples, puede copiar, vincular y publicar cualquier página o imagen con la única advertencia para indicar la fuente: heraldrysinstitute.com.

  2. Una Rastro Heráldico es un punto de partida para los investigadores y aún no se ha revisado; una Vista previa heráldica y genealógica de la familia es un archivo de forma más fiables

  3. Para solicitudes de correcciones, adiciones o publicaciones de información heráldica , escríbanos un correo electrónico con el texto y la fuente bibliográfica o histórica.

  4. Los contenidos mostrados no constituyen atribución de un título noble y no atribuyen relaciones de parentesco entre apellidos homónimos; los escudos de armas expuestos o mencionados se han combinado con un apellido o variante. Esto no es una investigación genealógica.