1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Búsqueda apellido

Origen del apellido Diaziri, país de origen: Italia

Nobleza: Duchi - Nobili
Rastro heráldico de la familia: Diaziri
Corona de la nobleza Diaziri
Famiglia napoletana che ha avuto la somma ventura di dare alla patria l'artefice della grande vittoria (1918) nel generalissimo Armando che ottenne il titolo di duca della Vittoria (mpr), con R.D. motu proprio 24 Dicembre 1921 e RR. LL. PP. 2 febbraio 1923. Armando, maresciallo d'Italia, già ministro della guerra, era decorato dalle più alte onoreficenze estere al valor militare ed era altresì insignito del collare della SS. Annunziata, del Balliaggio d'Onore e devozione del S.M.O. Gerosolimitano, della gran croce d'ordine militare di Savoia, Mauriziana, Medaglia Mauriziana, Corona d'Italia, Stella d'Italia, nonchè di 3 medaglie d'argento al valor militare; era nato a Napoli il 5 Dicembre 1861, e si spense in Roma il 29 febbraio 1928 figlio di Lodovico e di Irene Cecconi, sposò a Napoli il 23 aprile 1896 Sarah de Rosa. La sua salma per voto unanime della Nazione riposa in Roma nella chiesa di S.M. degli Angeli.... Continuará
La famiglia è iscritta nel libro d'oro, col titolo di duca della Vittoria, in persona di Armando con la moglie, Sarah de Rosa Collaressa dell'Annunziata e dei figli Marcello n. a Roma il 15 febbraio 1903, Deputato al Parlamento, Dottore in Scienza economiche e commerciali, Anna n. Roma il 18 aprile 1907 e Irene n. a Roma il 7 maggio 1909, in Salzano. Motto della famiglia: Amor vicit et fides Altro ramo. Famiglia di Ploaghe di origine spagnola le cui notizie risalgono al secolo XVII. Nel 1623 il dottor Francesco e suo fratello, il canonico Gavino, ottennero la conferma della nobiltà. Nel 1643 furono ammessi allo stamento militare durante il parlamento Avellano. Nel corso del secolo XVIII la famiglia si trasferì a Sorso e ad Ossi; nel corso del secolo XIX un ramo dei Diaz di Sorso si trasferì a Cagliari. Altro ramo. Antica famiglia, i cui antenati intervennero nelle corti in qualità di nobili e nella stessa qualità furono pur compresi negli elenchi dei feudatari, dei nobili e dei cavalieri compilati nel 1822 dai R.R. Prefetti e trasmessi alla R. Segreteria di Stato e di Guerra in occasione dell'incoronazione del Re Carlo Felice. Ai maschi spettano i titoli trasmissibili di cavaliere e di nobile colla qualifica di Don; alle femmine, quello di nobile colla qualifica di Donna.

Comprar un documento heráldico de Diaziri

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Diaziri

Blasòn de la familia

D'azzurro all'aquila di nero, caricato di quattro gigli d'oro e due spade in punta in croce di s. Andrea.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook