Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Mingarelli, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Rastro heráldico de la familia: Mingarelli
Corona de la nobleza Mingarelli Antica ed assai nobile famiglia emiliana, originaria del territorio di Bologna, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. La chiara nobiltà della casata risulta confermata dalla presenza, della sua blasonatura, nella pregevole opera "Il Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti", del genealogista Giovan Battista di Crollalanza, pubblicata a Pisa nel 1886 in tre volumi, di oltre 1400 pagine. Da una analisi cromatica e simbolica dello stemma, possiamo ricavare alcune importanti informazioni sulle virtù associate a tal cognome. L'azzurro essendo il colore del cielo, rappresenta la gloria, la virtù e la fermezza incorruttibile; il monte, soprattutto se con le cime d'oro, è simbolo di grandezza, sapienza e nobiltà; l'uccello d'argento è simbolo di amore casto e puro, di pace coniugale, di animo semplice e buono e di dolcezza; il capo d'Angiò, introdotto in Italia da Carlo d'Angiò, veniva concesso alla parte guelfa, a ricordo... Continuarádella vittoria su Manfredi ottenuta a Benevento nel 1266. D'altronde, tal casato, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscito a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Antonio, dottore in l'una e l'altra legge, fiorente in Bologna, nel 1521; Giacomo, dottore in l'una e l'altra legge, fiorente in Bologna, nel 1556; Gio. Batta, proprietario terriero emiliano, fiorente nel 1602; Alessandro, guardia pontificia, fiorente nel 1626; Antonio Luigi, giudice in Bologna, fiorente nel 1672; Angelo Gaspare, giurista, fiorente in Bologna, nel 1702; P. Abate Gio. Luigi, Canonico Regolare di San Salvatore, autore di numerose opere di salmi, la prima delle quali pubblicata in Bologna nel 1748. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Comprar un documento heráldico de Mingarelli

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Mingarelli

Escudo de la familia Mingarelli

1 Blasòn de la familia Mingarelli

D'azzurro, al monte di tre cime d'oro, movente dalla punta, sormontato da un uccello d'argento; col capo d'Angiò.

Mingarelli originari dell'Emilia. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook