Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Nobili Vitelleschi, país de origen: Italia

Nobleza: Marchesi
Rastro heráldico de la familia: Nobili Vitelleschi
Corona de la nobleza Nobili Vitelleschi La famiglia è un ramo della potentissima famiglia dei Vitelli e discendente da Vitellio, di Angelo Vitelli, che nel 1302 si stabilì a Foligno. Suo figlio Puccetto fu nel 1342 capitano della Custodia di Siena. Giacomo, di Puccetto, perseguitato da Trincia Trinci, signore di Foligno, riparò a Corneto, dove nacque il celeberrimo Cardinale Giovanni, Arcivescovo di Firenze e generale delle armi di S.R.C. Suo nipote Bartolomeo fu anche egli Cardinale nel 1447. Altri personaggi valentissimi vanta questa famiglia e tra essi il padre Muzio, che fu generale della Compagnia di Gesù. Uscirono inoltre da questa Gens numerosi cavalieri di Malta e di S. Stefano, e possedette molti feudi e signorie. Federico II concesse loro nell'anno 1452 il titolo di conte, più tardi quello di marchese sul feudo di Rigatti. Questa nobilissima famiglia si estinse in Virginia di Sante Vitelleschi, moglie di Gerolamo de' Nobili di Rieti. I marchesi Marcello... Continuará
ed Alessandro Vitelleschi con solenne atto del 1 aprile 1624 dichiararono loro eredi i coniugi Nobili Vitelleschi con obbligo a Girolamo de' Nobili di anteporre al proprio cognome quello di Vitelleschi, continuando la tradizione di questa casata. Giovanni di Corneto fu patriarca di Alessandria, celeberrimo negli affari di guerra come in quelli di Stato. Il 18 agosto 1436 distrusse Palestrina e nel 1440 morì in carcere. Francesco Vitelleschi de' Nobili fu compreso fra i sessanta patrizi coscritti dalla Bolla Benedettina (1745). Ottenne il patriziato romano nel 1738, il coscritto nel 1746, il patriziato di Rieti nel 1747, il titolo di marchese nel 1729. Francesco (1829-1906) fu proscritto politico, storico e senatore nel 1871 e dal 1887 al 1891 presidente della Società Geografica Italiana. Alberto, magistrato e segretario particolare di S.E. il Guardiasigilli. La famiglia è iscritta nel Libro d'Oro della Nob. Ital. e nell'Elenc. Uff. Nob. Ital. coi titoli di Patrizio Romano (mf.) Coscritto (mf.) Patrizio di Rieti (mf.), Nobile di Tarquinia (mf.), Marchese (mpr.).

Comprar un documento heráldico de Nobili Vitelleschi

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Nobili Vitelleschi

Escudo de la familia Nobili Vitelleschi

1 Blasòn de la familia Nobili Vitelleschi

Partito di oro e d'azzurro a due vitelli dell'uno nell'altro, affrontati e passanti sul terreno di verde; col capo partito d'azzurro e di rosso caricato da sei gigli d'oro da sei gigli d'oro ordinati in fascia.

Nobili Vitelleschi del Lazio. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol IV p.841.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook