Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Oneto, país de origen: Italia

Nobleza: Signori - Nobili - Visconti - Conti - Marchesi - Duchi - Principi
Rastro heráldico de la familia: Oneto
Corona de la nobleza Oneto Originaria di Genova, dove fu ascritta al Libro d'oro di quella città. Passata in Sicilia in persona di un Giovan Stefano, che nel 1656 acquistò la baronia di Sperlinga, con privilegio dato a 2 aprile esecutoriato a 20 luglio 1658, ottenne il titolo di marchese di S. Niccolò de laureato; con privilegio dato a 30 aprile 1666, esecutoriato a 22 giugno 1667, ottenne il titolo di duca di S.Silvestro, che con lettere patrimoniali del 30 giugno 1667, venne imposto su Sperlinga, ottenne a 13 maggio 1662 il mero e misto imperio su Sperlinga; acquistò dai coniugi Giuseppe e Maria Lanza, principi di S.Stefano i feudi di Vescara e di Cicera e ne ebbe investitura a 23 giugno 1674, acquistò la baronia di Carruba e ne fu investito a 20 maggio 1678, la baronia di S. Bartolomeo; fu governatore del Monte di Pietà di Palermo negli anni 1673, 1677, 1678 e... Continuaráfu marito di Olivia Spadaforra di Vincenzo. Un Giovan Tommaso, con privilegio dato in Madrid a 14 ottobre, esecutoriato in Palermo a 27 novembre 1697, ottenne il titolo di principe di San Lorenzo e sposò Eleonora Beccadelli di Bologna, dei principi di Sabuci. Giovan Stefano e Giovan Tommaso, furono i capostipiti dei due rami di questa nobile famiglia in Sicilia: quello dei duchi di Sperlina e quello dei principi di S.Lorenzo. Ramo di Sperlinga: Domenico Oneto e Spatafora, di Giovan Stefano, ottenne con privilegio dato in Madrid a 10 marzo esecutoriato in Palermo a 22 aprile 1682 ratifica dell'acquisto che il padre suo aveva fatto nel 1679 della R.Corte, delle terre e stato di Francavilla, già di Carlo Ruffo fu Pietro, messinese ribelle; fu investito a 4 aprile 1680 di Sperlinga, di Vescara, di Circera, di Carrubba, con privilegio del 24 agosto esecutoriato a 20 novembre 1682, ebbe il titolo di conte di Francavilla; con privilegio del 6 settembre esecutoriato a 20 novembre 1682, ottenne il titolo di principe di San Bartolomeo; acquistò dai Colnago il feudo di S.Venera, sposò Caterina Valguarnera di Francesco barone del Pozzo e di Maria Corvino fu governatore della nobile compagnia dei Bianchi nel 1685 e morì senza figli. Mariano Oneto e Spatafora, fratello del precedente, ebbe a 5 marzo 1721, investitura del titolo di marchese di S.Niccolò Laureato, fu governatore dei Bianchi nel 1734, del Monte di Pietà nel 1732-33 e morì a 1a Valgurnera e Corvino e fu padre di Antonino, marito, 29 ottobre 1746, di Giuseppa Migliaccio e Bonanno di Ignazio, duca di S.Donato, morto a 18 giugno 1769, di Giovanni che fu marito di Dorotea Oneto e Platamone, figlia di Mariano, marchese di S.Niccolò; e di Giovan Stefano Oneto e Valguarnera che a 27 ottobre 1710, venne investito dei titoli e feudi di famiglia.
Comprar un documento heráldico de Oneto

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Oneto

Escudo de la familia Oneto

1 Blasòn de la familia Oneto

Troncato: d’oro e d’azzurro, all’albero di ona sradicato fogliato di verde sull’oro e fustato d’oro accostato da due leoni contra-rampanti dello stesso. Corona di Principe.

Oneto di Genova e Palermo; titoli: principi di S. Bartolomeo, S. Lorenzo; duchi di Sperlinga; marchesi di S. Nicolò; conte; visconti di Francavilla; baroni di Cipolla, S. Bartolomeo, Racalmallina; signori dellal Carruba, Vaccarizzo Soprano, Vaccarizzo Sottano, Vaccaro, S. Venera; nobili. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol IV.

Escudo de la familia Oneto

2 Blasòn de la familia Oneto

Spaccato d'oro e d'azzurro, alla quercia nudrita sulla pianura erbosa, il tutto al naturale, il tronco di detta quercia attraversante, sostenuto da due leoni d'oro affrontati.

Oneto di Genova e Palermo, insigniti dei titoli di Nobili, Marchesi, Duchi e Principi. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook