Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Pascale, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Conti
Rastro heráldico de la familia: Pascale
Corona de la nobleza Pascale Antica famiglia originaria della Spagna, che fu portata tre volte nel napoletano: la prima nel XIII secolo, e si stabilì in Cosenza, donde si diramò in Giovinazzo, Sessa, Brindisi, Conversano, e Lucera, e in quest'ultima città si stabilì nel 1400, ma dopo tre secoli si estinse; un secondo ramo, da Valencia, fu portato in Sicilia e fu ascritto alla Mastra nobile di Messina; un terzo ramo, tuttora fiorente, fu trapiantato in Napoli nel 1668, da un Domenico che era stato capitano all'assedio di Barcellona. Questa famiglia ha goduto nobiltà in Cosenza, Brindisi, Lucera, Sessa, Giovaninazzo, Aquila, Benevento e Messina. Ha posseduto i feudi di Boeza, Quintavilla, Borrello, Castelluccia, Castrocucco, Ceriglione, Civella, Laino, Sangiacomo, Scalea e Valva e la contea di Alife. D’altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed... Continuará

ecclesiastiche e nel servizio militare. Carlo fu giustiziere di Calabria, per re Carlo I d'Angiò; Giovanni ambasciatore di questo stesso re e giustiziere di Cosenza; Galeotto famigliare del Re Ladislao; Angelo sindaco dei nobili di Lucera verso la metà del XV secolo; Nicolò nel 1584 fondò in Lucera il Monte dei Pegni; Filippo, esimo giureconsulto, fu consigliere di Filippo II di Spagna, uditore delle provincie di Principato-Citra e Basilicata, giudice della Gran Corte della Vicaria e consigliere di S. Chiara; un altro Giovanni, cavaliere di S. Giacomo, fu consigliere di Re Filippo III di Spagna, pagatore generale dell'esercito e tesoriere generale nella Spagna; Nicola, colonnello dei Re Filippo III e IV di Spagna, servì sotto gli ordini di D. Giovanni d'Austria; Domenico, sindaco dei nobili in Cosenza; Scipione, ambasciatore per il Re Cattolico al Duca di Mantova, nel 1613 fu Vescovo di Casal Monferrato e Nunzio in Polonia. Tre individui della famiglia vestirono l'abito dell'Ordine militare di S. Stefano di Toscana: Orazio-Filippo nel 1644, Giuseppe-Antonio nel 1693 e Giovan-Paolo nel 1701. Inoltre un Diomede fu ascritto nel 1695 all'Ordine di Malta; un Luigi ebbe la croce dell'Ordine Costantiniano ed un Giovanni quella dei SS. Maurizio e Lazzaro. Motto della famiglia: Sub cujus fons vivus emanat. Altra famiglia. Nobile famiglia di Cuneo, oriunda però da Cavaglià, la quale fu fregiata del titolo di Conte di Ilonza. Simone, avvocato, sposo in prime nozze Veronica Giordano ed in seconde Francesca Maria Giobergia. Ebbe in totale dodici figli. Carlo Francesco, avvocato, fu infeudato di Illonza (1729, 5 settembre) ed investito (24 settembre; 1731, 24 gennaio) con il titolo comitale, trasmissibile per via mascolina. Sposò Basilisca Lovera. Carlo Magno Luigi Giuseppe (Cuneo, 19 aprile 1761; + Torino, S. Carlo, 13 febbraio 1824), cavaliere SS. Maurizio e Lazzaro (1816), sposò Felicita Camilla, del marchese Michele Saverio Meyner di Villanova. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Comprar un documento heráldico de Pascale

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Pascale

Escudo de la familia Pascale

1 Blasòn de la familia Pascale

D'oro, alla banda d'azzurro. Cimiero: Un sole d'oro.Motto: Purus Elucescat.

Blasone della famiglia Pascale da Cuneo fregiati del titolo di conti di Ilonza. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Pascale

2 Blasòn de la familia Pascale

D'azzurro alla fascia d'oro, sormontata du un leone passante dello stesso, accompagnata nella punta da tre gigli d'oro, ordinati in fascia. Motto: SUB CUJUS PEDE FONS VIVUS EMANAT.

Blasone della famiglia Pascale o Pasquale di Campania e Sicilia. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Pasquale

3 Blasòn de la familia Pasquale

Di verde, all'agnello pasquale d' argento, sostenente una bandiera dello stesso, caricata di una croce di rosso. Motto: SUB CUJUS PEDE FONS VIVUS EMANAT.

Blasone della famiglia Pascale o Pasquale di Campania, Puglia e Sicilia. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Pasquale

4 Blasòn de la familia Pasquale

D'oro, a quattro pali di rosso, ed un agnello pasquale d'argento, con la banderuola dello stesso caricata da una croce di rosso, soprastante sul tutto.

Blasone della famiglia Pascale o Pasquale dalla Sicilia. Fonte: "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook