1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido Pignatari

Apellido: Pignatari

Dossier: 13994
Nobleza: Nobili
Nobles en: Italia
Vista previa heráldica y genealógica de la familia: en: Italiano

Vista previa heráldica y genealógica de la familia: Pignatari

Corona de la nobleza PignatariAntica e nobile famiglia originaria di Genova. Giovanni anziano della Repubblica nel 1270; Lanfranco ammiraglio della Repubblica ed ambasciatore al Papa nel 1270, Antonio s'inalbergò negl'Imperiali nel 1383, donde i suoi discendenti assunsero quest'ultimo cognome. Poche sono le città, che vantino famiglie nobili si antiche come quelle in Genova, poichè malgrado le vicende dei tempi essa conta ancora nel suo seno molte famiglie che provano la loro genealogia da padre in figlio mercè gli atti notarili dalla metà del XII secolo fino a' giorni nostri, vale a dire da un'epoca che serva di barriera a quasi tutte le famiglie d'Europa. Ma se ci mancono i rogiti anteriori a quelli di Giovanni Scriba dell'anno 1150, e di Lanfranco Lotaro del 1180, onde accrescere più gradi di nobiltà di questa famiglia, gli stessi atti però ci somministrano una prova evidente di un'antichità molto anteriore, trovandosi molte di esse sì numerose e divise ...

Continuará

Escudo de la familia: Pignatari

Escudo de la familia Pignatari

1 Blasòn de la familia Pignatari

Pignatari di Genova. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Spaccato; nel primo d'azzurro, all'aquila al naturale, accostata da due stelle d'oro; nel secondo di rosso, al palo d'oro.

Verba Volant, Scripta Manent
(Las palabras vuelan, lo escrito queda)
Compra ahora un Documento Heráldico Profesional

Ver los Pergaminos

Confíe la historia de su apellido a los profesionales de la heráldica
Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:
Email:

Búsqueda apellido


Heraldrys Institute of Rome on Facebook