Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Pini, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Marchesi
Variaciones apellido: Pini Palmerini - Pini del Lion Bianco - Pini delle Stelle - Pini del Pino - Chiavelli
Rastro heráldico de la familia: Pini
Variaciones apellido: Pini Palmerini - Pini del Lion Bianco - Pini delle Stelle - Pini del Pino - Chiavelli
Corona de la nobleza Pini Antica ed assai nobile famiglia bolognese, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia, con insediamenti assai cospicui in territorio lombardo. La casata fu del Consiglio dei quattrocento, in persona di Francesco e Giovanni, e degli ottocento in persona di Lambertino e Palmirolo. Giovanni, di Benvenuto, fu del Consiglio dei duemila. Un altro Giovanni accompagnò il Cardinale Legato che fuggiva a Firenze. Bartolomeo fu marito di Elena, di Bornino, di Giacomo Bianchi. Lorenzo, già Vescovo di Volterra, nel 1359 era vicario generale del Vescovo di Bologna. Altro Lorenzo, di Matteo, detto Mattiolo Uguzzone, fu un celebre giurista e Lettore Pubblico dal 1365 al 1391. Lo stesso fu degli Anziani nel 1367. Lodovico, di Lorenzo, fu Canonico di S. Pietro. Pino, uomo molto riguardevole per le sue rare qualità, ebbe la moglie che andò alle nozze d'Annibale Bentivogli con le altre nobili quando prese per... Continuará
moglie la figliuola del duca Ercole di Ferrara. Bernardo fu dottor di Legge Collegiato nel 1510; Paolo fu un celebre giureconsulto e morì nel 1559. Altro ramo. Nobile famiglia di Forlì alla quale appartenne quel Pietro che, dopo essere stato Vescovo di Viterbo, nel 1348 fu traslatato alla sede di Verona, quindi a quella di Perigueux in Francia, e finalmente a quella di Benevento. Altro ramo. Nobile casato piemontese, con residenza in Pinerolo. Secondo, del fu Rodolfo, fu segretario ducale nel 1502; Antonio fu Vescovo di Fano. Altro ramo. Nobile casato marchigiano che fu decorato del titolo marchionale da Papa Innocenzo XII. Altro ramo. Nobile famiglia di Assisi. Ser Polidoro, di Lodovico Pini, fu oratore a Roma per la patria nel 1476; Agrizio fu nominato cavaliere dei SS. Maurizio e Lazzaro nel 1575; Girolamo fu capitano di una compagnia di fanti nel 1620. Altro ramo. Nobile casato toscano, con residenza nelle città di Lucca, Pistoia, Pisa, San Miniato e Firenze. Altro ramo. Appartenente alla nobiltà di Scardona, nel cui libro d'oro degli anni 1705 e 1798 era inscritto un ramo dei Pini che da qualche tempo addietro aveva preso a dimorare in Sebenico. Luigi-Maria, quivi, fu Vescovo dal 1839 al 1844. Che i membri della famiglia Pini siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti, come "Il Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti", del genealogista Giovan Battista di Crollalanza, pubblicato a Pisa nel 1886 in tre volumi, di oltre 1400 pagine. I cognomi così antichi rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Comprar un documento heráldico de Pini

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Pini
Variaciones apellido: Pini Palmerini - Pini del Lion Bianco - Pini delle Stelle - Pini del Pino - Chiavelli

Escudo de la familia Pini

1 Blasòn de la familia Pini

D'argento, al pino al naturale fruttato d'oro; al capo d'Angiò.

Fonte bibliografica del blasone: "Cronologia delle famiglie nobili bolognesi" di Pompeo Scipione Dolfi - Arnaldo Forni Editore, p.620.

Escudo de la familia Pini

2 Blasòn de la familia Pini

D'azzurro, all'albero di pino sradicato al naturale, accostato da due stelle a sei punte d'oro.

Pini di Pisa. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6281.

Escudo de la familia Pini Palmerini

3 Blasòn de la familia Pini Palmerini

Inquartato: nel 1° e 4° come il precedente; nel 2° e 3° d'oro, allo scaglione di verde, accompagnato da tre rami di palma dello stesso, 2.1.

Pini Palmerini di Pisa, originati dal matrimonio di Polidoro Pini e Felice Palmerini (metà sec.XVII). Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6281.

Escudo de la familia Pini

4 Blasòn de la familia Pini

D'azzurro, al pastorale posto in palo d'oro.

Pini di Pistoia. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 7502.

Escudo de la familia Pini

5 Blasòn de la familia Pini

Troncato: nel 1° d'azzurro, all'aquila dal volo spiegato d'argento, coronata d'oro, sormontata da tre gigli dello stesso ordinati fra i quattro pendenti di un lambello d'argento; nel 2° d'argento, all'albero di pino al naturale, nodrito sul terreno dello stesso, accostato in capo da due stelle a sei (o otto) punte d'oro.

Pini di San Miniato. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 6282.

Escudo de la familia Pini

6 Blasòn de la familia Pini

D'oro, a tre bande d'azzurro.

Pini o Chiavelli di Siena. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 7077.

Escudo de la familia Pini

7 Blasòn de la familia Pini

Bandato di sei pezzi d'oro e di nero; con il capo dell'Impero.

Pini o Chiavelli di Siena. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 7077.

Escudo de la familia Pino del Lion Bianco

8 Blasòn de la familia Pino del Lion Bianco

D'azzurro, al leone d'argento tenente con le branche anteriori un fascio di tre pine d'oro.

Pini del Lion Bianco. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 3787.

Escudo de la familia Pini del Pino

9 Blasòn de la familia Pini del Pino

D'azzurro, all'albero di pino al naturale, fruttifero dello stesso, nodrito su un monte di tre cime d'argento e accompagnato in capo da tre stelle a otto punte d'oro, 1.2.

Pini del Pino di Firenze, questa famiglia è un ramo della famiglia Pini delle Stelle, staccatosi verso la metà del XVIII secolo, cambiando gonfalone (Angiolo Maria e Antonio Diego dal Pino, 1764). Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 3785.

Escudo de la familia Pini delle Stelle

10 Blasòn de la familia Pini delle Stelle

D'azzurro, a tre pine d'oro, 2.1, cimate ciascuna da una stella a otto punte dello stesso.

Pini delle Stelle di Firenze. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 3786.

Escudo de la familia Pini

11 Blasòn de la familia Pini

D'argento, alla fascia accompagnata da tre pini, il tutto di nero.

Pini da Pinerolo. Fonte: "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

Escudo de la familia Pini

12 Blasòn de la familia Pini

D'azzurro, al pino al naturale, sostenuto da un leone d'oro.

Pini di Assisi. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Pini

13 Blasòn de la familia Pini

Spaccato d'oro e di rosso, ad un albero di verde attraversante sulla partizione; col capo d'Angiò.

Pini o dal Pino di Bologna. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Pini

14 Blasòn de la familia Pini

D'argento, al pino sradicato di verde.

Pini di Forlì. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Pini

15 Blasòn de la familia Pini

D'oro, alla fascia d'azzurro, coll'aquila bicipite di nero, rostrata, linguata e inombrata di rosso, attraversante sopra la fascia.

Pini originari di Osimo insigniti del titolo marchionale. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Pini

16 Blasòn de la familia Pini

Una fascia inclinata in banda, caricata di pigne in palo.

Pini di Urbino. Fonte bibliografica del blasone: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook