1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido Porta

Apellido: Porta

Dossier: 18721
Nobleza: Nobili - Baroni - Conti - Marchesi
Nobles en: Italia - Francia (Valle d'Aosta - Piemonte - Lombardia - Emilia Romagna - Umbria - Lazio - Sicilia)
Variaciones: de la Porta de S.Urso,Alimenti della Porta,de la Porte,de Quart,della Porta de Carli,della Porta,Portis
Vista previa heráldica y genealógica de la familia: en: Italiano

Vista previa heráldica y genealógica de la familia: Porta

Variaciones: de la Porta de S.Urso,Alimenti della Porta,de la Porte,de Quart,della Porta de Carli,della Porta,Portis
Corona de la nobleza PortaLa famiglia della Porta, già Stainero, discende da un Francesco, detto Stainer figlio di Mattiusso di Pavia, che venne a stabilirsi in Udine nella seconda metà del sec. XIV, esercitando il commercio con molta fortuna. Dai tre fratelli Giovanni, Giacomo e Leonardo, di Nicolò, di Francesco Stainero, discesero tre rami della famiglia. I primi due si estinsero nel sec. XVII, quello di Leonardo invece sopravvisse e prosperò. Valentino, di Nicolò, di Leonardo, fu ascritto alla nobiltà udinese nel 1590, e da lui discende il ramo degli Stainero che vive a Verona. Altro discendente di Leonardo, Marcantonio, fu adottato nel 1706 dal conte Giuseppe della Porta, il quale lo istituì erede universale, con l'obbligo di abbandonare il proprio cognome e di assumere quello dei della Porta. Era questa un'antica famiglia venuta a Udine da Nembo nel Bergamasco, che originariamente chiamavasi de Vincenti. Il primo, di cui si abbia notizia, è Giovanni ...

Continuará

Escudo de la familia: Porta

Escudo de la familia della Porta

1 Blasòn de la familia della Porta

Blasone della famiglia della Porta o Porta nobile in Udine. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. V p. 474 .

Troncato: nel primo bandato di azzurro e di argento; nel secondo di verde allo sparviero afferrante una quaglia, il tutto al naturale e rivoltato. Cimiero: Il cane nascente di argento.

Escudo de la familia Porta

2 Blasòn de la familia Porta

Blasone della famiglia Porta nobile in Bergamo. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

D'azzurro, alla porta d'argento, aperta di nero, piantata sopra una terrazza di verde.

Escudo de la familia Porta

3 Blasòn de la familia Porta

Blasone della famiglia Posta nobile in Milano e fregiata del titolo comitale. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Spaccato; nel 1° d'oro, all'aquila di nero, coronata del campo; nel 2° d'argento, ad una porta di rosso, sostenuta da un zoccolo dello stesso, coi battenti aperti.

Escudo de la familia Porta

4 Blasòn de la familia Porta

Blasone della famiglia Porta nobile in Piemonte e fregiata del titolo comitale. Fonte bibliografica: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

D'azzurro, a due leoni d' oro, affrontati alla porta di una città d'argento, merlata, posta sulla campagna scaccata d'argento e d'azzurro. Cimiero: Un leone d'oro nascente. Motto: Tutus Ingressus.

Escudo de la familia della Porta

5 Blasòn de la familia della Porta

Blasone della famiglia Porta, della Porta o Alimenti della Porta nobile in Novara fregiata dei titoli di marchesi di Ghemme (1717) e conti di Cavaglio e Vignale. Fonte bibliografica: "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

D'argento, alla porta aperta di due ante, di rosso, scalinata di due pezzi, dello stesso. Motto: RECTE OPRANDO NE TIMEAS.

Escudo de la familia della Porta de Carli

6 Blasòn de la familia della Porta de Carli

Blasone della famiglia della Porta o della Porta de Carli nobile in Novara fregiata dei titoli di conti palatini (1418) e signori di Garbagna. Fonte bibliografica: "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

Inquartato, al 1° e 4° di della Porta, al 2° e 3° di rosso, al leone coronato, d'oro (de Carli. Motto: RECTE OPRANDO NE TIMEAS.

Escudo de la familia de Quart

7 Blasòn de la familia de Quart

Blasone della famiglia de la Porta de S.Urso o della Porta nobile in Aosta. Antichissimi signori con Casaforte, della Porta di S. Orso di Aosta, donde il nome, mutato poi in Quart. Signori di Bosses, di Brissogne, di Gressoney e di Quart. Fonte bibliografica: "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

D’argento al castello di rosso, aperto del campo, coll’orso di nero, passante nella porta. Nell’Armoriale di Carlo Emanuele I, sono due tori legati da una porta, a foggia di scaglione. Nei Fiori blasoneria, l’orso è legato.

Escudo de la familia Porta

8 Blasòn de la familia Porta

Blasone della famiglia Porta nobile in Torino fregiati del titolo di frateli Speziali del Duca. Consegnamento 1613. Altri Porta di Torino avevano: il cimiero del serpe, di verde, ondeggiante in fascia col Motto: DIFFIDE ET NON DESIPERIS. Manoscritto Chianale, 60. Fonte bibliografica: "I Consegnamenti d'arme piemontesi", Edizioni Vivant, Torino, 2000.

D’argento, alla porta di rosso, aperta e scalinata di tre pezzi. Cimiero: Un serpe, di verde. Motto: DIFFIDE ET NON DECIPERIS.

Escudo de la familia de la Porte

9 Blasòn de la familia de la Porte

Blasone della famiglia della Porta o de la Porte Da Bard, poi a Donnaz, oriundi dal Forez. Fonte bibliografica: "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

D’azzurro alla torre d’argento, finestrata e mattonata di nero.

Escudo de la familia della Porta

10 Blasòn de la familia della Porta

Blasone della famiglia Porta o della Porta da Acqui fregiati del titolo di Conti di Castelletto Molina. (a) -> Da un ritratto di Eleonora Porta in Blesi (nata 1637) esistente in Acqui. Fonte bibliografica: "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

Troncato: al 1° d’azzurro alla porta di rosso, cucita, merlata, coi battenti aperti, di nero e battacchiati d’oro; fondata sulla partizione, sostenuta da due leoni d’oro, affontati; al 2° scaccato d’argento e di nero (a).

Escudo de la familia Portis

11 Blasòn de la familia Portis

Blasone della famiglia Porta, della Porta o Portis nobile in Vercelli. Fonte bibliografica: "Il Patriziato Subalpino" di Antonio Manno, Firenze, 1895-1906.

D'argento, alla porta scalinata di rosso, aperta del campo.

Escudo de la familia Porta

12 Blasòn de la familia Porta

Blasone della famiglia Porta nobile in Roma. Fonte bibliografica: "Armorial Général par J.B.Rietstap".

Troncato, al 1° d'oro ad una torre d'argento con i battenti della porta aperti, al 2° scaccato di rosso e d'argento.

Escudo de la familia Porta

13 Blasòn de la familia Porta

Blason de la famille Porta de Como, Barons autrichiens, 11 avril 1823. Source: "Armorial Général par J.B.Rietstap".

Écartelé aux 1 et 4 d'or à l'aigle éployée de sable surmontée d'une couronne impériale au 2 de gueules à une porte d'argent au 3 d'argent à une porte de gueules Cimier une tête et col d'aigle de sable couronnée d'or Devise PROTECTOR NOSTER ADSPICE L'écu posé sur la poitrine d'une aigle de sable timbrée d'une couronne archiducale.

Escudo de la familia la Porta

14 Blasòn de la familia la Porta

Blasone della famiglia la Porta o della Porta di Monte S.Giuliano (Erice) e Palermo. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. V.

D'azzurro, alla porta di città merlata alla guelfa d'argento su una campagna scaccata d'argento e d'azzurro accostata da due leoni d'oro controrampanti.

Verba Volant, Scripta Manent
(Las palabras vuelan, lo escrito queda)
Compra ahora un Documento Heráldico Profesional

Ver los Pergaminos

Confíe la historia de su apellido a los profesionales de la heráldica
Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:
Email:

Búsqueda apellido


Heraldrys Institute of Rome on Facebook