EU Aviso cookies: Este sitio hace uso de cookies técnicos y estadísticos, incluyendo terceros cookies. Puede inhibir su uso mediante el ajuste de la configuración del navegador de cookies. Privacy. No, yo no acepto
Ok cierra la alerta
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Rauta, país de origen: Italia

Nobleza: Marchesi - Nobili
Rastro heráldico de la familia: Rauta
Corona de la nobleza Rauta
Antica famiglia, la quale godette nobiltà in Messina, Palermo, Noto, ecc. Un Giacomo da Caltabellotta, giurisperito, avvocato fiscale, ottenne dai Martini concessione del feudo Sahuna; un Francesco, dottore in leggi, fu nobile in Mesina, marito di Antonia Grugno e padre di Giovan Francesco, che fu giudice della Corte straticoziale di Messina negli ani 1572-73, 1575-76, 1577-78, della Gran Corte Civile negli anni 1573-74-75, 1579-80-81, presidente del tribunale del R.Patrimonio, avvocato fiscale della Gran Corte e poi presidente dello stesso tribunale, luogotenente di maestro giustiziere nel 1591, deputato del Regno negli anni 1594, 1597, 1603, 1609; acquistò la baronia di Gallina e ne ebbe investitura il 23 sett. 1600; sposò Antonia Gromaldi; un Barnaba ebbe il 16 dic. 1587 infeudazione del territorio chiamato Gialfamuto; un Marcantonio, dottore in leggi, fu proconservatore in Taormina nel 1578 e acquistò il feudo Foresta di taormina; Vincenzo Rauta Grimaldi, figlio di Giovan Francesco, possedette i... Continuará

territori di San Filippo e Marzacchini, dei quali ottenne infeudazione il 30 dic. 1591 e ne ebbe investitura il 25 genn. 1592 e il 23 sett. 1600, ebbe il privilegio di poterli popolare e costruì in essi la borgata che chiamò Castrorao, acquistò il feudo Floristella e ne fu investito il 23 sett. 1600, fu giudice della Corte straticoziale di Mesina nel 1607-8; sposò Isabella Petroso, baronessa di Giorgia Graniti e Mangiavacche e fu padre di Antonia, investita il 27 giugno 1621, moglie a Placido Di Giovanni e Giustiniani, primo principe di Castrorao; Giuseppe Rauta Grimaldi, fratello di Vincenzo, fu primo marchese della Ferla come marito di Anna Requesens e Moncada, che aveva ottenuto detto titolo con privilegio del 7 giugno-29 agosto 1625; un Simone, figlio dei precedenti, fu regio cappellano, vescovo di Patti e deputato del Regno nel 1639; Francesco, fratello del precedente, investito di Gallina e di Ferla il 15 nov. 1622, sposò Cirilla Mastrilli Gravina dei marchesi di Tortorici e fu padre di Giuseppe, investito il 16 sett. 1666 della baronia di Gallina e del marchesato di Ferla, marito in prime nozze di Anna Statella e in seconde di Isabella Impellizzeri e Scammacca; un Francesco, ebbe il 1° giugno 1715 investitura del marchesato di Kaggi e Mongiuffi e della baronia di melia; con privilegio dato il 26 aprile, esecutoriato il 26 maggio 1730, ottenne il titolo di principe; un Carlo fu senatore di Palermo nel 1732-33.


Comprar un documento heráldico de Rauta

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Rauta

Blasòn de la familia

Inquartato: al primo e quarto d'oro, all'aquila di nero, coronata del campo, linguata di rosso, rivoltata dnel primo punto; al secondo e terzo d'azzurro a due pali d'oro; sul tutto di rosso alla banda di argento, caricata di uno stambecco di nero, linguata di rosso, posto lungo la pezza.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook