Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Stival, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Conti
Rastro heráldico de la familia: Stival
Corona de la nobleza Stival Antica famiglia veneta, di chiara ed avita nobiltà, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Originari del ducato di Svevia, gli Stival risultano ascritti all'antica nobiltà germanica, gli Uradel, fin dal XIII secolo. Nello stesso secolo, da Carlo IV (1346-1378) gli venne assegnato lo stemma imperiale, simbolo di chiara nobiltà. Nel XVI secolo, tal famiglia passò in Treviso ove, nel 1570, venne ascritta a quel Consiglio nobile, oggi cessato, ed insignita del titolo Comitale, dal Senato Veneto con Ducale 30 Marzo 1689, come premio per i servigi resi allo stato nella guerra di Candia. D'altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi... Continuará
dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Tancredi, ambasciatore ordinario della Repubblica Veneta, vivente nel 1587; Girolamo, consigliere del Veneto Senato, vivente in Treviso, nel 1591; Antonio Maria, dottore in ambo le leggi, vivente in Treviso, nel 1635; P. Alessandro, dell'Ordine dei Predicatori, uditore e preposito del proprio ordine, fiorente in Treviso, nel 1708; Tancredi, dottore "in utroque jure", vivente in Treviso, nel 1723; Vittorio, dottore in Sacra Teologia, vivente nel trevigiano, agli albori del secolo decimo ottavo; D. Luigi, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente in Treviso, nel 1735; Alessandro, dottore in Sacra Teologia e lettore di Filosofia, vivente in Urbino, nel 1742; Bartolomeo, consigliere della Serenissima, vivente nel 1745; Benedetto, notaio e consigliere in Treviso, vivente nel 1758; Carlo Maria, medico, vivente in Treviso, nel 1776; Camillo, virtuosissimo giureconsulto, vivente in Treviso, nel 1787; Giacomo, medico chirurgo, per la provincia di Treviso, vivente nel 1825. Da una analisi cromatica e simbolica dello stemma, possiamo, infine, ricavare alcune importanti informazioni sulle virtù associate a tal cognome. L'argento simboleggia la purezza, l'innocenza, la giustizia e l'amicizia; il leone nero in fondo d'argento denota fortezza in animo grande; illeopardito è un termine utilizzato in araldica per indicare il leone passante, ossia in atto di camminare. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Comprar un documento heráldico de Stival

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Stival

Escudo de la familia Stival

1 Blasòn de la familia Stival

D'argento al leone illeopardito di nero.

Fonte: Archivio Storico di Heraldrys Institute of Rome.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook