Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Búsqueda apellido
  3. Resultados de la búsqueda
  4. Origen del apellido

Origen del apellido Visconti Borromeo, país de origen: Italia

Nobleza: Conti
Rastro heráldico de la familia: Visconti Borromeo
Corona de la nobleza Visconti  Borromeo Giammaria, signore di Albizate, vivente nel XVI secolo, sposò Giustina figlia di Filippo conte di Arona, la quale ereditò dal fratello Vitaliano con obbligo che i suoi discendenti portassero il cognome Borromeo unito a quello di questa famiglia. Lodovico, figlio di Giammaria, fu chiamato all'eredità dallo zio materno. Egli fu Carlo fautore degli Sforza, e molto si adoperò per rimettere sul trono Massimiliano Sforza dal quale nel 1513 fu creato senatore e governatore supremo della casa ducale, poi nel 1514 fu investito del feudo di Brebbia, e finalmente da Francesco II Sforza fu creato suo maggiordomo. Vitaliano, suo figlio, ebbe nel 1551il titolo di conte sulla terra di Fagnano, e nel 1553 fu creato senatore. Pietro-Francesco, fratello di Vitaliano, servì Carlo V in qualità di colonnello di cavalleggeri.
Comprar un documento heráldico de Visconti Borromeo

Para obtener más información o pregunta, por favor no dude contáctenos:

Escudo de la familia: Visconti Borromeo

Escudo de la familia Visconti Borromeo

1 Blasòn de la familia Visconti Borromeo

Inquartato; nel primo e quarto dei Visconti; nel secondo e terzo di rosso, al morso d'argento, posto in banda, che è dei Borromeo; col capo dello scudo losangato d'argento e d'azzurro.

Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook