1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome Alfazio Grimaldi

Cognome: Alfazio Grimaldi

Dossier: 69
Lingua del testo: Italiano
Nobiltà: Conti
Nobili in: Italia


Anteprima araldica della famiglia :
Alfazio Grimaldi

Acquista

Corona nobiliare Alfazio GrimaldiOriginari di Busca, poi in Poirino e in Asti, hanno memorie sicure con Antonino, che fu Alfiere di una compagnia di milizie (21 febbraio 1568) e capitano della colonnella del conte di Camerano (5 gennaio 1589). Un Biagio, morto valorosamente alla battaglia di Parma (1734), capitano nel reggimento fucilieri, aveva sposato Lucrezia, sorella del conte Giuseppe Grimaldi, da Busca. Costui acquistava il feudo di Bellino e se ne faceva investire solidariamente col nipote Giuseppe di Biagio (22 febbraio 1734) con titolo comitale. Di qui il cognome nel conte Giuseppe, che rimasto vedovo di Vittoria Maria Elisabetta Gazzelli di Selve, entrò negli ordini sacri ottenendo di ritenere il feudo, per patente 26 febbraio 1779. Aveva raccolto in Busca un buon museo di storia naturale e di antichità, che donò a Re Vittorio Amedeo III. Suo figlio Luigi (n. Busca, 8 febbraio 1746; morto a Busca,25 febbraio 1825 ), essendo aggiunto del ...
Continua

Blasone Alfazio Grimaldi

Stemma della famiglia Alfazio Grimaldi

1 Stemma della famiglia Alfazio Grimaldi

Inquartato: nel primo e quarto di rosso alla branca di leone d'oro difesa di nero (Alfazio); nel secondo e terzo fusato d'argento e di rosso (Grimaldi).

Acquista
Verba Volant, Scripta Manent
(Le parole volano, gli scritti rimangono)
Compra ora un documento araldico professionale

Stiamo costruendo il più grande archivio digitale di stemmi al mondo
assicura un posto alla Tua Famiglia

Vai al Catalogo

Ricerca Cognome

Come fare una ricerca araldica preliminare

É possibile fare una ricerca preliminare all'interno del nostro archivio. Circa 100.000 tracce araldiche, origini dei cognomi, blasoni e stemmi nobiliari sono disponibili gratuitamente. Basta scrivere il cognome desiderato nella form qui sotto e premere invio.


Heraldrys Institute of Rome on Facebook