Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Arborio, provenienza: Italia

Titolo: Duchi - Marchesi
Traccia araldica della famiglia: Arborio
Corona nobiliare Arborio Antica famiglia piemontese. Un Arborio vedovo di Andrietta Avogadro, fu creato Cardianle nel 1530. Elisa, sua figlia, ebbe il contado di Valenza e vari feudi e baronie nelle Due Sicilie coll'obbligo di continuare il nome e le armi del padre; ed essendosi maritata con Alessandro Lignana, signore di Settimo-Torinese, il loro comune figlio, fu conte di Castro e gran cancelliere del regno di Napoli, e marito di Porzia Colonna. Da Paolino, padre del gran cancelliere, procedettero i rami di Gattinara e Creme, suddiviso poi il primo in altri due rami. Cominciando da quello di Breme, Paolino fu padre di Cesare e Carlo, quegli autore dei Breme e Sartinara, questi dei Gattinara di Gattinara. Cesare da Giovanna de'nobili chieresi Costa conti di Polonghera, ebbe Giacomo, il quale ebbe in retaggio il feudo di Sartinara da Cesare sovracitato, a cui era stato legato dal fratello di lui, il gran cancelliere di Carlo... Continua
V, cioè Mercurino, Giacomo da Aura, figlia del conte Giuseppe Fieschi, proseguì la discendenza di questo. Carlo-Ambrogio divenne marchese di Breme. Il suo nipote Domenico fu generale spagnolo, gentiluomo di camera. Ferdinando suo figlio, marchese di Breme, divenne ambasciatore di Sardegna a Parigi; Luigi-Giuseppe, figlio di questo, fu commendatore di Malta, ministro a Vienna, poi ambasciatore a Madrid, gentiluomo di camera, tesoriere dell'Ordine supremo della SS. Annunziata, presidente del Senato Italiano sotto la dominazione francese. Sposò Marianna Dal Pozzo della Cisterna, ed i figli suoi ebbero molta parte negli avvenimenti del loro tempo; Lodovico, detto l'abate di Breme, nel 1802 fu creato cavaliere della Corona di Ferro, e morì nel 1820; Venceslao fu ministro all'Aja, Filippo, conte di Sartinara, divenne ciambellano di Napoleone I, poi ministro Sardo a Monaco. Suo figlio, Ferdinando, marchese di Breme, nel 1848 fu senatore del regno Sardo, gran maestro delle cerimonie e prefetto del real palazzo. A 27 Maggio 1867 fu creato duca di Sartinara, insieme ai suoi discendenti maschi in linea, e per ordine di primogenitura da Vittorio Emanuele II Re d'Italia. Carlo, fratello del gran cancelliere Mercurino, fu padre di Giorgio, erede di Gattinara, Romagnano, Borgomanero, Ghemme ecc. Carlo-Mercurino, suo figlio, conte di Gattinara, morì nel 1582, e de'suoi figli Fialta, e priore di S. Eufemia; Carlo-Giovanni-Aurelio, altro fratello, conte di Viverone e Viancino, con Alessandro, altro fratello, proseguì la linea che produsse Alfonso-Mercurino, gentiluomo di camera di Carlo Emanuele II e conte di Albano con Carlo-Antonio-Mercurino ciambellano imperiale conte di Terruggia, Guglielmo, suo figlio, nei due suoi figli Francesco-Mercurino e Bartolomeo-Mrecurino, e fu l'autore dei due rami tuttora fiorenti di questa famiglia. Lo stemma della famiglia Arborio è: D'azzurro alla croce di S. Andrea ancorata d'argento, accantonata da quattro gigli d'oro; col capo dell'impero. Cimiero: Un Ercole al naturale con la clava d'oro posata sopra una spalla.

Compra un documento araldico su Arborio

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Arborio

Stemma  della famiglia Arborio

1 Blasone della famiglia Arborio

D'azzurro alla croce di S. Andrea ancorata d'argento, accantonata da quattro gigli d'oro; col capo dell'impero. Cimiero: Un Ercole al naturale con la clava d'oro posata sopra una spalla.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook