Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Cangi, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri
Traccia araldica della famiglia: Cangi
Corona nobiliare Cangi Biagio, Cangi di S. Pietro in Roma e Maestro di camera di Sisto V, fu Arcivescovo di Efeso; Giambattista e Ludovico Cavalieri commendatori dell'Ordine di S. Stefano, l'uno nel 1590, l'altro nel 1625. (Estinta) Come riferisce "Il Giornale Araldico Genealogico Diplomatico", stampato in Pisa presso la direzione di Rocca San Casciano, nella tipografia Cappelli nel 1873-89 al volume 16. Il variare gli antichi cognomi, fu generato nella credenza degli huomini qualche dubbiezza circa l'unità, e l'essenza delle famiglie; onde poi in processo di tempo è stato necessario il disputarla ne' pubblici Tribunali per far costare la verità del fatto, come oggi appunto è successo a questa nobilissima, e antichissima famiglia, la quale essendo stata ben ventilata, si è provato in fine che i più lontani accenni alla stirpe si trovano nelle Marche. Alcune di questa famiglie, pur essendo originaria da quella stipite conservarono, in seguito, il cognome modificato. Nelle città... Continua
e nei luoghi dove, costretti dalle circostanze, si stabilirono, ebbero diversa fortuna; talune ascesero i gradi nobiliari; altre si distinsero nei commerci, nelle letteratura, nelle armi ed in ogni branca dell'umano sapere. Lo stemma della famiglia Cangi è: D'azzurro, alla fenice sulla sua immortalità, guardante il sole nascente d'oro posto nel canton destro del capo.

Compra un documento araldico su Cangi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Cangi

Stemma  della famiglia Cangi

1 Blasone della famiglia Cangi

D'azzurro, alla fenice sulla sua immortalità, guardante il sole nascente d'oro posto nel canton destro del capo.

Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook