Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Carpentieri, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Baroni
Traccia araldica della famiglia: Carpentieri
Corona nobiliare Carpentieri
Antica ed assai nobile famiglia del Regno di Napoli, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Secondo quanto vi viene tramandato, la famiglia godette della Signoria del feudo di Torello di Carifi, nel salernitano, fin dal secolo XVI, con qualità baronale. Nel 1668, inoltre, essa aveva il patronato di Santa Maria del Soccorso in Lancusi. Tra i numerosi personaggi che la hanno illustrata, ricordiamo: Ettore, che esercitò il Notariato in Lancusi nel 1633; Orlando, che fu Notaio in Lancusi nel 1699; Giacomo, proprietario terriero nel salernitano, fiorente nel 1672; Pietro, giurista di fama,... Continua
fiorente nel 1678; P. Angelo, dell'Ordine dei Predicatori, fiorente nel 1702; Leone, dottore in l'una e l'altra legge, fiorente nel 1727; Michelangelo, revisore d'armi del Regio Esercito, fiorente nel 1743; D. Nicola, protonotario apostolico, fiorente nel 1782. Ad un altro ramo della famiglia, con residenza nella città di Napoli, appartenne quell'Antonio che, con RR. LL. PP. del 6 marzo 1773, fu nominato consigliere del Sacro Regio Consiglio, carica che importava titolo primordiale di nobiltà. Un altro Antonio fu riconosciuto nella sua nobiltà in occasione delle prove fatte da Giovanni Mastellone nel 1843 per l'ammissione nelle RR. Guardie del Corpo. Sono iscritti nell'Elenco ufficiale col titolo di nobile (mf.) i discendenti del detto Antonio, cioè Niccolao, di Antonio, di Giovanni Antonio, col fratello Giovanni. Altro ramo. Notabile casato calabrese, con residenza in Santa Severina sin dal secolo decimo settimo, ricordato per aver dato il nome all'omonima località. Altra famiglia. Nobile casato siciliano, inizialmente conosciuto come Carpinteri ma talvolta trascritto anche come Carpentieri, al quale appartennero: Demetrio, giudice pretoriano di Palermo nel 1795 e nel 1798 e della Gran Corte; Guglielmo, che portava, non sappiamo con quale diritto, il titolo di barone, giurato di Scicli nel 1812-13. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Carpentieri

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Carpentieri

Stemma  della famiglia Carpentieri

1 Blasone della famiglia Carpentieri

Spaccato; nel primo d'oro, al drago di verde avente la coda attorcigliata nel cui centro vi è una Croce d'argento in campo rosso, il drago sormontato da un'aquila di nero; nel secondo bandato di rosso e d'oro.

Carpentieri di Napoli. Fonte: Archivio Storico di Heraldrys Institute of Rome.

Stemma  della famiglia Carpentieri

2 Blasone della famiglia Carpentieri

La blasonatura non è riportata.

Carpentieri di Napoli. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", Vol. II pag. 337.

Stemma  della famiglia Carpinteri

3 Blasone della famiglia Carpinteri

D'azzurro, a due leoni affrontati d'oro controrampanti ad un albero sradicato dello stesso.

Carpinteri o Carpentieri originari della Sicilia. Fonti bibliografiche del blasone: "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912); "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook