1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Deotto, provenienza: Italia

Nobiltà: Signori
Traccia araldica della famiglia: Deotto
Corona nobiliare Deotto Famiglia catalana assai antica e nobile propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. La cognominizzazione è anteriore al XIV secolo e dovrebbe derivare da cognomi attribuiti da organizzazioni caritatevoli religiose a figli abbandonati. Nei ricordi dei tempi andati si leggono alcune varianti di questo nome dovute alle solite cause della fonetica storica, la linguistica e dal modo di interpretare nella scritturazione i cognomi. Figura nell'elenco feudale del 1355 con un Pietro signore di Villa speciosa. Trà le più antiche, e illustri famiglie che dalla Francia, e dalla Spagna che fiorirono in tempo de Regi Francesi della Carolea, e delle case reali Spagnole, Aragona, Castiglia e altre, visse con splendore questa famiglia, d'onde ella poi sotto auspici militari, è governi passò in italia, e nelle varie regioni, Regioni opulenti di tutte l'humane grandezze. Ne è nota l'origine della famiglia e questo induce a supposizioni che offrano la possibilità di... Continua

promuovere richerche da cui trarre notizie attendibili. Passarono nei secoli trascorsi con vari Rè alla conquista delle terre del Regno d'Italia molti Signori, e Cavalieri Francesi, e Spagnuoli; i quali, dopo la vittoria da quel Rè ottenuta, venendo dal medesimo rimunerati di Stati, e di ricchezze, diedero vita a una prosapia e si stabilirino con loro abitazioni in castelli, o torri murate, e parti del Regno, in ricompensa de'loro servizi militari; fra' quali questa famiglia.


Compra un documento araldico sulla famiglia Deotto

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Deotto

Blasone della famiglia

D'azzurro al monte di 6 cime d'oro sostenente un avambraccio destro in palo, vestito di rosso, con la mano di carnagione indicante.
Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol III p.249 .
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook