1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Dessimone, provenienza: Italia

Nobiltà: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Dessimone
Corona nobiliare Dessimone Nobilissima famiglia, originaria della Francia e, genealogisti come Marco Giliberti e Guglielmo Paradino, dicono che derivi dalla chiarissima Famiglia dei Signori della Rocca di Simon, nel Ducato d'Angiò. Un Olivier passò in Italia col Re Carlo d'Angiò, e nella coronazione, che quel Re fece in Palermo nel 1264, passando da Trapani, lasciò ivi Castellano il predetto Olivier, allora suo Conservatore del Tribunal del Real Patrimonio. Questi si casò con Leonora Filiacin, figlia di Giovanni, un nobile Trapanese, con la quale generò Oldorico Dessimone. Egli si casò con Perna di Ferro, nobile donzella, e con lei procreò Giovanni, Oliviero e Rinaldo, che riuscirono gentiluomini virtuosi, e furono ricevuti dai Re Aragonesi in molto pregio, i quali in diversi anni furono Rettori della Città di Trapani, e di Mazara, dove l'Oliviero si casò nel 1330 con Lucia Formica, nobile della medesima Città, e piantò ivi la sua famiglia nobilmente,... Continua

e il Rinaldo, l'altro fratello, si casò in Palermo con Armenia, figlia di Geppo di Sigerio, che fu Senatore della stessa Città nel 1316 e fu Giurato della medesima Città nel 1353. Il figlio Antonio Dessimone si casò con la figlia d'Andrea del Monaco, di Palermo. Dal predetto Giovanni nella Città di Trapani ne nacquero Oliviero, Orlando, e Simone, tutti Cavalieri di gran pregio. Dall'Oliviero ne nacquero Giovanni, e Bernardo Dessimone. Il Giovanni Dessimone andò con Antonio di Caro, come Ambasciatore per la Città di Trapani al Re Alfonso in Napoli, per importanti affari nel 1425 nel 1438 fu Giurato di Trapani, insieme con Tommaso vento, Lanzone Fardella, e Giovanni, di Gregorio nel 1424 con Tommaso Vento, e Francesco d'Adamo colleghi. Si legge pur nell'officio del Protonotario del Regno nel 1506, che fu eletto Castellano del Monte Erice, un altro Giovanni Dessimone, mentre Geronimo Dessimone fu Capitano d'armi di Marsala nel 1520. Il Pirri nelle notizie Ecclesiastiche del Vescovato di Mazzara, fa pur onorata menzione di questa nobile famiglia. Giovan Nicolò Dessimone, fu uno de' Cavalieri, che andò con Don Michele di Mendosa alla visita delle fortezze del Regno di Napoli.


Compra un documento araldico sulla famiglia Dessimone

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Dessimone

Blasone della famiglia

D'azzurro al leone fissante il sole orizzontale destro, il tutto d'oro.
de Simone o Simone della Sicilia. Citato in "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook