1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Ricerca Cognome

Origine del cognome Diletti, provenienza: Italia

Nobiltà: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Diletti
Corona nobiliare Diletti
Antica e nobile famiglia dell'Emilia Romagna, con residenza nella città di Bologna, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Tale cognominizzazione dovrebbe derivare, attraverso modificazioni dialettali, dal nome medioevale "Litterius". I nomi degli Diletti si trovano ricordati in testi, atti notori e contratti di acquisto di terre e case fin da tempi molto antichi. A Solofra, nel 1300, tal casato è annoverato fra le trenta più antiche famiglie del Regno angioino. Nel 1600 si trova menzione di un Don Marcello Diletti, Principe di Pietrastornina e, sempre nel 1600, di un Tommaso, feudatario di Novella e Montecorice. La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia, inoltre, ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi... Continua
alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza o data dal sovrano al proprio uomo ligio. Motto della famiglia: Bene docet.

Compra un documento araldico sulla famiglia Diletti

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Diletti

Stemma  della famiglia Diletti

Blasone della famiglia

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook