1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Dilolli, provenienza: Italia

Nobiltà: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Dilolli
Corona nobiliare Dilolli
Famiglia originaria di Bologna. Si trova per la prima volta questo cognome nei registri parrocchiali della Mirandola, sotto l'anno 1525, in cui, ai 25 di gennaio, fu battezzato Sigismondo di Girolamo di Dilolli di Bologna. La famiglia si propagò poi alla Mirandola, dove contrasse onorevoli parentele e diede capitani delle milizie cittadine, dottori di legge, notai e scrittori, canonici. Fu in vista di ciò che il capitano Girolamo Dilolli, di Flaminio, nel 2 marzo 1739, ottenne, infatti, appena venne costituita la nuova comunità della Mirandola, sotto il governo Estense,dietro ordine ducale, di esser ascritto assieme ai suoi discendenti al ceto nobile di detta città. Passata la bufera rivoluzionaria e avvenuta la restaurazione, Luigi e Girolamo, di Flaminio, riebbero l'antico privilegio di nobiltà per "Riformagione Mirandolese 1 dic. 1818". Poco dopo però i figli di Luigi, il dott. Flaminio ed Ippolito, avendo preso parte ai moti del 1821, sembra ne... Continua
fossero radiati, come lo fu infatti poi il medesimo Flaminio nel 1833, perché compromesso nei rivolgimenti politici del 1831. Continuarono peraltro a far parte della nobiltà mirandolese i figli di Girolamo, Giuseppe, Giovanni e Girolamo. Quest'ultimo morì nel 1848 senza prole, mentre il ramo di Giuseppe è in oggi pure estinto. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale col titolo di Nobile di Mirandola (m.) per i disc. da Girolamo e Luigi di Flaminio ed è rapresentata da: Attilio, di Valdeburgo, di Giovanni, di Girolamo, n. 3 ottobre 1879, spos. a Carolina Marchesini. Figli: Nino, n. 18 novembre 1905; Libero, n. 7 aprile 1910. Motto della famiglia: Moderata durant. Altro ramo. Una tradizione antichissima pretende che questa famiglia abbia origine dalla gens Lollia, il cui capostipite fu il patrizio Marco Lollio, console nel 21 avanti Cristo come da lapidi conservate dagli attuali rappresentanti. Nel 1191 Giovanni e Bernardo parteciparono alle Crociate per la presa di Cipro e l'anno successivo parteggiarono per i Lusignano. Nel 1198 guerreggiando in Cilicia, Re Amaury concesse a Bernardo, unico superstite, ed alla famiglia, il titolo di conte di Maranta aggiungendo allo stemma le tre teste coronate ed il motto attuale. Nel 1320 Balduino si imparentò con i Rupen di Pagratide, adopernarono in Italia, a Roma.

Compra un documento araldico sulla famiglia Dilolli

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Dilolli

Blasone della famiglia

Di rosso al leone di argento sostenente con la zampa destra anteriore una torre d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook