1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome Dinga

Cognome: Dinga

Dossier: 822174
Lingua del testo: Italiano
Nobiltà: Nobili
Nobili in: Italia


Traccia araldica :
Dinga

Acquista

Corona nobiliare DingaAntica ed illustre famiglia, originaria di Caltagirone, che si fa rimontare ad un Gerardo I, gentiluomo Volterano, figlio di Baldovino, Genovese, che militò con Ansaldo Doria, Uberto Trenio, Filippo Longo, ed Ansaldo Pizzo. Il detto Gerardo, Tesoriere degli introiti regi del Re Martino e Proveditore delle fortezze regie, per la civil contesa, che ebbe con Nicolò Saladini e Pietro Sorguidi, gentiluomini molto potenti in Caltagirone, fu costretto a venirsene in Sicilia. Ivi, godette nobiltà in Messina, Vizzini e Mineo. Un Nicolò fu giurato di Caltagirone nell'anno 1428-29; un Giovanni patrizio di detta città nell'anno 1566-67; un Francesco capitano di giustizia nel 1573-74; un Antonino, cavaliere dell'ordine di Malta, tenne la stessa carica nel 1597-98; un Michele, con privilegio dato a 15 agosto 1602 esecutoriato a 8 marzo 1603, ottenne per sé e i suoi il titolo di Don; un Giuseppe, secreto di Caltagirone, con privilegio del 15 novembre 1621, ottenne ...
Continua

Blasone Dinga

Stemma della famiglia Dinga

Stemma della famiglia

Spaccato con la fascia in divisa d'argento; nel primo d'oro, all'aquila bicipite spiegata di nero, membrata, imbeccata e coronata in ambo le teste d'oro; nel secondo d'azzurro, al leone coronata d'oro, tenente una palma dello stesso.

Acquista
Verba Volant, Scripta Manent
(Le parole volano, gli scritti rimangono)
Compra ora un documento araldico professionale

Non vi è futuro senza passato
Consegna alla memoria storica il nome della tua famiglia

Vai al Catalogo

Ricerca Cognome

Come fare una ricerca araldica preliminare

É possibile fare una ricerca preliminare all'interno del nostro archivio. Circa 100.000 tracce araldiche, origini dei cognomi, blasoni e stemmi nobiliari sono disponibili gratuitamente. Basta scrivere il cognome desiderato nella form qui sotto e premere invio.


Heraldrys Institute of Rome on Facebook