1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Ricerca Cognome

Origine del cognome Doti, provenienza: Italia

Nobiltà: Marchesi - Baroni - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Doti
Corona nobiliare Doti
Godette nobiltà in Messina. Un messer Giovan Filippo ed un messer Pompeo di Tommaso sono ascritti alla mastra nobile del Mollica 1588, 1590, 1602; un Simone, messinese, con privilegio dato a 3 ottobre 1642, esecutoriato a 12 giugno 1643, ottenne per sé e per i suoi il titolo di Don e fu giurato di Messina nel 1635-36, carica che negli anni 1615-16, 1622-23 aveva tenuto un Francesco; un Matteo fu proconservatore in Casalnuovo nel 1655; un Antonino, come marito di Anna David, fu in sua famiglia primo barone del diritto feudale del rotolo sui macelli di Messina; un Simone, con privilegio dato a 16 luglio 1727 esecutoriato a 23 dicembre 1728, ottenne per sè e suoi il titolo di marchese di Inardo o San Leonardo; un Nicolò Maria, figlio del precedente, ottenne investitura di detto titolo a 4 maggio 1743; un Domenico del fu Giuseppe a 1 aprile 1751 ottenne ...
... Continua
Compra un documento araldico sulla famiglia Doti

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Doti

Blasone della famiglia

Troncato d'oro e di nero, con quattro catene moventi dagli angoli dello scudo, legate nel cuore ad un anello dell'uno nell'altro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook