Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Ficarra, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili
Traccia araldica della famiglia: Ficarra
Corona nobiliare Ficarra
La famiglia Ficarra, de' Baroni del feudo di Ciangiano, è non meno antica, che nobile in Sicilia; il primo, che di lei si ha ritrovato appresso gl'atti di Notar Nicolò di Gregorio, è stato Gualdo la Ficarra uno de' primi Dottori del suo tempo, che per ordine del Rè Federico II nel 1337 diede la possessione de' tenimenti de' terreni di Taia, Gorgulufo ad Ambarda, venduti per Abbo Barrese, à Bernardo d'Amato; costui hebbe per moglie Aliana, figlia di Giovanni Ficarola, la cui famiglia haveva passato in Sicilia in servigio del Rè Pietro d'Aragona nel 1282; il primo, che venne fu Guerao Ficarra, questi si casò con la figlia di Pietro di Catania gentil'huomo di quei tempi, e procreò Giovanni prenarrato c'hebbe per moglie Licandra di Licandro, figlia di Luigi, che fù parimente padre di Nicolò gentil'huomo Messinese. Hebbe per moglie Nicolò Anna Baldiri, figlia di Buongiorno gentil'huomo Termitano. Incominciò... Continua

la famiglia Baldiri in Termine da Buongiorno Baldiri nobile Vicentino, il quale essendo fuoruscito della sua patria passò in Sicilia, e s'impiegò a' servigi del Rè Lodovico con carico di Proveditore; perloche alcanzò dal Rè Federico III nel 1371 la Tonnara di Santo Nicolò di Termine in feudo; ove si casò con Gerarda, figlia di Giorgio Buonafede uno de' primi gentil'huomini della medesma Città, e procreò Buongiorno, Filippo, e Lucio. Buongiorno hebbe per moglie Desiata, figlia di Gallippo Baldirone gentil'huomo Agrigentino, che gli generò Anna moglie del predetto Nicolò Ficarra, e' predetti di Baldiri vissero nobilmente nella loro patria. Si dirà alcune puoche notizie della famiglia Baldirone; percioche Gallippo Baldirone, e Pier Andrea Baldi vennero insieme in Sicilia, l'un da Milano, e l'altro da Piacenza, e s'impiegarono ne' servigi militari à favor del Rè Federico II, il quale incontinue guerre dimorava, ed hebbero per loro stanza Siragusa, dove piantarono nobilmente le loro famiglie. Nucchio figlio di Gallippo hebbe la Castellania d'Agrigento dal Rè Federico III, ed un tenimento di terreni detti di Racalduni in feudo nel 1363, che gli successe suo figlio Gallippo. Dal prenarrato Nicolò Ficarra nè pervennero non solamente i Baroni del feudo di Ciangiano, mà anche molt'altri gentil'huer di don Dieco Ioppolo Avvocato Fiscale del tribunale del Real Patrimonio. Lo stemma della famiglia Ficarra è: D'azzurro, all'albero di fico al naturale, col tronco d'oro.


Compra un documento araldico su Ficarra

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Ficarra

Stemma  della famiglia Ficarra

1 Blasone della famiglia Ficarra

D'azzurro, all'albero di fico al naturale, col tronco d'oro.

Ficarra di Sicilia. Fonte: "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).

Stemma  della famiglia Ficarra

2 Blasone della famiglia Ficarra

D’azzurro, alla fascia d’oro, accompagnata in capo da una stella ed in punta da una rosa d’argento.

Ficarra o Ficarrà di Sicilia. Fonte: "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook