Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Fofi, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Fofi
Corona nobiliare Fofi
Antica famiglia del perugino, con residenza nella città di Gubbio, di origini liguri, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia e del Mondo. Si ritiene che la famiglia sia giunta in Gubbio da Chiavari, ove fiorirono un Corrado, protettore delle Compere del Capitolo nel 1346, un Ardoino, anziano nel 1362; ed un Antonio ed un Pietro, con la stessa carica nel 1430 e nel 1451. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di autorevoli genealogisti, andrebbe ricercata nel personale medioevale "Phophus", probabilmente portato dai capostipiti. In ogni modo, secondo quanto ci viene, la casata venne ammessa alla nobiltà per benemerenze acquisite nei confronti dei Della Rovere, dinastia che ebbe il dominio di Gubbio dal 1508 al 1631, quando, con la morte di Francesco Maria II Della Rovere, ultimo erede della casata, tutti i beni e tutti i feudi passarono, come da volontà testamentaria, allo... Continua
stato pontificio. D’altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Pietro, proprietario terriero nel perugino, fiorente nel 1514; Tommaso, capitano di fanteria, al servizio di Francesco Maria I Della Rovere; Antonio, "doctor iuris famosi", di specchiata moralità, vivente in Gubbio, nel 1552; P. Giulio, dell'Ordine dei Minori Riformati, fiorente in Gubbio, nel 1578; Angelo, dottore in l'una e l'altra legge, fiorente in Urbino, nel 1583; D. Giacomo, canonico e protonotario apostolico, fiorente in Chiavari, nel 1602; Antonio Maria, notaio della Sacra Rota Romana, fiorente nel 1618; P. Celestino, dell'Ordine dei Predicatori, fiorente in Gubbio, intorno al 1623; Antonio, dottore in Teologia, uditore di Filosofia, presso varie università, vivente in Perugia, nel 1634; D. Benedetto, canonico e commissario apostolico, vivente in Gubbio, nel 1659; Nicola, proprietario terriero nel perugino, fiorente nel 1660; Gio. Batta, distinto soldato della Milizia Pontificia, fiorente nel tardo XVII secolo. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Fofi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Fofi

Stemma  della famiglia Fofi

1 Blasone della famiglia Fofi

D'azzurro, alla fascia di nero orlata d'oro, accompagnata in capo da tre stelle e in punta da uno sperone, il tutto del medesimo.

Fonte: Archivio Storico di Heraldrys Institute of Rome.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook