Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Maffei, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Nobili - Patrizi
Variazioni cognome: Maffeo
Traccia araldica della famiglia: Maffei
Variazioni cognome: Maffeo
Corona nobiliare Maffei
I Maffei sono un'antica casata di Volterra, di cui si trovano memorie nei documenti di quella città fino dal secolo XII. Rami di essa si trapiantarono a Verona dove acquistarono grande lustro, a Roma, a Torino e a Genova. Fu la famiglia di Volterra Gherardo, di Giovanni, nato nel 1398, che tenne la carica di Segretario dei Brevi sotto Eugenio IV, Niccolò V, Callisto III, Pio II, e Paolo II, ed insegnò nell'Università di Roma, nella qual città morì nel 1466 e vi ebbe sepolcro nella chiesa di S. Maria Aracoeli. Dei suoi figli Giovanni Battista studiò sotto il Guarino, in Ferrara, e fu scrittore alla Corte di Roma al tempo di Pio II; Antonio scrittore e segretario pontificio, pur egli, fu implicato per opera del card. Girolamo Riario, cui serviva, nella congiura dei Pazzi nel 1478 contro Lorenzo e Giuliano dei Medici e vi lasciò la vita. Raffaello, detto... Continua
il Volterrano, nato nel 1451 fu il più celebre della fam. chè, dedicatosi fino dalla prima giovinezza alle lettere, alla filosofia e alla teologia, ebbe modo, alla Corte Pontificia ove aveva acquistato tanto credito il padre suo, di perfezionarsi in quegli studi coll'aiuto dei più eletti ingegni di quei tempi, ai quali divenne familiare. Tradusse dal greco l'Economico i Senofonte, e altre antiche opere. Quello che lo rese più noto fu però il diario dei suoi tempi intitolato Commentari Urbani. (Ulteriori fonti complete: "Istoria genealogica delle famiglie nobili Toscane et Umbre Vol. IV.). Altro ramo. Questa famiglia trasse la sua antica origine dalla Toscana, e precisamente da Volterra, da cui si propagò a Roma e a Verona, poi da quest'ultima città alla Mirandola, donde infine nel Piemonte. Attraverso i tempi, dovunque la dinastia si stanziò, salirono a rinomanza e crebbero in grandezza e nobiltà per virtù dei loro componenti che molto si distinsero nelle armi, nella religione, nelle lettere e nelle scienze. Pietro di Bartolomeo di Verona trapiantò per il primo la famiglia nella Mirandola. Valoroso soldato al servizio dei Veneziani, venne da questi inviato nel 1483, assieme al fratello di lui, Giacomo, con alcune compagnie di soldati in soccorso del conte Galeotto I Pico, Signorie della Mirandola, assalito da truppe del duca di Calabria che aveva ordine dal Papa di scacciarlo dal dominio.

Compra un documento araldico su Maffei

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Maffei
Variazioni cognome: Maffeo

Stemma  della famiglia Maffei

1 Blasone della famiglia Maffei

Di rosso, alla banda d'argento accompagnata nel cantone sinistro del capo da una lettera C gotica dello stesso.

Blasone della famiglia Maffei da Firenze, la lettera C si riferisce probabilmente al nome del capostipite, Cione di Maffeo. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2871.

Stemma  della famiglia Maffei

2 Blasone della famiglia Maffei

D'azzurro, al cervo levato reciso d'oro, talvolta rivolto.

Blasone della famiglia Maffei da Volterra; Firenze, Santo Spirito, Scala e Firenze, San Giovanni, Lion d' oro. Paolo di Ugo del Bava, adottato dalla famiglia Maffei nel 1525, dopo avere sposato Lucilla Maffei nel 1507. Egli fu ammesso alla cittadinanza fiorentina nel 1555, nel gonfalone Scala, mentre in precedenza erano nel gonfalone Lion d'oro. Nel 1757 i componenti della famiglia vennero ammessi al patriziato di Volterra. Sembra che da questa famiglia volterrana discendano molte altre famiglie residenti in varie parti d'Italia. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2873.

Stemma  della famiglia Maffei del Lion Bianco

3 Blasone della famiglia Maffei del Lion Bianco

Troncato: nel 1° d'azzurro, al cervo levato d'oro, nascente dalla fascia; nel 2° bandato di sei pezzi dei due smalti (oppure d'azzurro, a tre bande d'oro); e alla fascia diminuita d'oro passata sulla troncatura.

Blasone della famiglia Maffei da San Miniato e Firenze, Santa Maria Novella, Lion bianco. Famiglia originaria di Santa Maria a Monti, diocesi di San Miniato. Sembra che ci sia una comune discendenza con la famiglia del fasc. 2873. Ser Andrea di Giovanni Maffei ottenne la cittadinanza fiorentina nel 1615. L'ultimo della famiglia, Ranieri, fu gonfaloniere di San Miniato nel XVIII secolo; le sue figlie furono ammesse alla nobiltà di San Miniato nel 1763. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2872.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook