Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Magistri, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Magistri
Corona nobiliare Magistri Questo cognome è sparso nelle provincie romane e ad Anagni fiorì una nobile famiglia de Magistris, estinta in casa Ambrosi. Altre famiglie nobili Magistri e de Magistris si trovano a Perugia, a San Severino nelle Marche, a Cannobio, ad Asti ed in Terra d'Otranto. Tutte portano stemmi diversi. La famiglia romana vive al dì d'oggi in istato di nobità. Nell'Archivio di Santa Maria Nova in un istromento in carta pergamena N. Sebastiano Pagano de Setia nell'anno 1333 si legge: Magister Bernardinus quondam Francisci de Magistris. Nel Catasto del Salvatore si legge Pontif. S. D. N. Alexandri P. P. VI Indictione II Mensis Aprilis die 8, nobilis Vir Marianus de Magistris Reg. Pontis et Altuis de Nigris Reg. Trivij Guardianj. Dell'1476 parentarono colli Paparoni e colli medesimi dell'anno 1499, dopo colli Velli, colli Bonaugurij, colli Pierleoni, colli Bondi, collli Gracchi, colli Pacifici. Dell'1429 sotto il 22 Novemre nell'Archiviio Capitolino si legge... Continua
un istromento di renuncia a favor di Benedetto di Cola dello Mastro. Dell'1444 nel Statuto degli Mercanti di Roma, viene enunciato il medesimo Benedetto, che nell'anno 1452 fu Guardiano del Salvatore. Apparisce nel Catasto. Racconta Anton de Petris nel suo Diario che dell'anno 1420 il Popolo Romano mandò alcuni Ambasciatori al Papa, che stava in Bologna, tra quali fu Lorenzo de Magistri. E parimenti fu Conservatore dell'1414 e dell'1415. Pietro figlio del soprad. Lorenzo, fu disputato con molti altri Cittadini dal Po polo Romano per trovare il Card. Legato in Toscanella e tratto dello stato di Roma. Il Coleine nel Diario, a dì 23 di Marzo 1538 lo dì di S. Pietro e di S. Paolo lo cavallo di bronzo fu messo nella piazza di Campidoglio. Era Conservatore Agostino Trinca, Cesare de Magistri e Jacopo Buccabella. Fu di questa famiglia Paolo dello Mastro, che scrisse il Diario dell'anno 1422 fin all'anno 1494 per la qual fatica il Mondo e noi in particolare gli professiamo obbligazione, benchè sia molto succinto. Si vedono in S. Apollinare sei memorie in una lapide ornata di varie pietre. Nella Chiesa dei SS. Celso e Juliano lapide antica sepolcrale con figura d'uomo di basso rilievo con l'arma da una parte, dall'altra il marco Mercantile. Ho consciuto Lelio de Magistri Gentiluomo di tutte parti. Oggi vive Porfirio suo Nepoteobile famiglia originaria di Sanseverino.

Compra un documento araldico su Magistri

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Magistri

Stemma  della famiglia Magistri

1 Blasone della famiglia Magistri

Trinciato di rosso e d'azzurro, alla banda d'argento attraversante sulla partizione, accompagnata in punta da un monte di tre cime d' oro, dal quale emergono tre papaveri al naturale.

Magistri delle Marche. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Magistri

2 Blasone della famiglia Magistri

Di argento alla fascia di rosso accompagnata in capo da un albero di verde sradicato ed in punta da due bande d'azzurro.

Magistri del Lazio. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. IV.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook