Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Majnoni D'Intignano, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Traccia araldica della famiglia: Majnoni D'Intignano
Corona nobiliare Majnoni D'Intignano Comune progenitore degli individui iscritti attualmente nel Libro d'Oro e nell'Elenco Uff. della Nob. Ital. fu Stefano, direttore generale delle Privative del Regno d'Italia, i.r. consigliere aulico, direttore della Fabbrica dei tabacchi sotto l'imper. Francesco I d'Austria, il quale con sovrana risoluzione del 17 ott. 1819 gli conferì la nobiltà austriaca, consentendo l'anno appresso che nel diploma di concessione fosse aggiunto il predicato d'Intignano, villaggio sul Lago di Como donde trasse origine la fam. In seguito alla detta concessione ottenne che il suo stemma, descritto e delineato nel diploma, venisse inserito nel Codice Araldico per decreto dell'I.R. Commissione Araldica del 15 aprile 1822. Fu membro di varie accademie, possedeva un museo archeologico ed una pinacoteca molto pregiati e nella sua casa riceveva ed ospitava uomini di stato ed artisti. Ebbe in moglie Francesca Majnoni di Ignazio. Morì il 3 marzo 1826. Nonostante la nobilitazione austriaca i Majnoni non erano una... Continuafam. nuova. A parte le fantasticherie di chi credette ad un legame con i Del Mayno, si può ritenere che la fam. fosse di origine nobile. Difatti un lontano collaterale del predetto Stefano, Dionigi, aveva prodotto dinanzi al Tribunale Araldico la documentazione necessaria per ottenere la conferma dell'antica nobiltà della sua fam. e l'avrebbe anche ottenuta, se non fosse stato sollevato il dubbio sulla autenticità di due documenti, e se in seguito, quando venne riconosciuta l'infondatezza di quel dubbio e la pratica per la conferma pendeva davanti alla Congregazione Municipale di Milano, non fosse sopraggiunta l'occupazione francese. la fam. ha per capostipite un ser Zanolo, morto prima del 1445, e padre di un Giovannolo di Intignano detto del Fadone. da Giovannolo nacque Giorgio, padre di Lorenzo, dal quale ebbe i natali Giovanni Antonio, padre a sua volta di Bartolomeo, da cui venne in luce Giovanni Antonio. Questi generò molti figli tra i quali Nicolao dal quale discende la linea del menzionato Dionigi e Battista, progenitore di Stefano. la prima linea, oggi estinta, prosegue con Domenico, figlio di Nicolao e padre di un Antonio dal quale venne in luce Carlo padre del detto Dionigi da cui, insieme a varie femmine, nacque Carlo, morto senza discendenti. la linea di Battistntiquo" il feudo di Huuttenheim presso Benfeld venduto da Don Stefano nel 1823. Lo stemma della famiglia Majnoni D'Intignano è: SSemipartito troncato: nel primo di rosso alla mano appalmata di carnagione; nel secondo di verde alla stella d'oro di sei raggi caricata di una crocetta patente di rosso, sormontata da 2 gigli di argento; nel terzo di azzurro, al leone illeopardito d'oro. Sul tutto di Majnoni antico che è d'azzurro a due mani di carnagione, destra e sinistra, appalmate accompagnate da tre stelle d'oro, col capo dell'impero. Cimiero: Un'aquila di nero coronata d'oro.
Compra un documento araldico su Majnoni D'Intignano

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Majnoni D'Intignano

Stemma  della famiglia Majnoni d'Intignano

1 Blasone della famiglia Majnoni d'Intignano

Semipartito troncato: nel primo di rosso alla mano appalmata di carnagione; nel secondo di verde alla stella d'oro di sei raggi caricata di una crocetta patente di rosso, sormontata da 2 gigli di argento; nel terzo di azzurro, al leone illeopardito d'oro. Sul tutto di Majnoni antico che è d'azzurro a due mani di carnagione, destra e sinistra, appalmate accompagnate da tre stelle d'oro, col capo dell'impero. Cimiero: Un'aquila di nero coronata d'oro.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook