Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Maurigi, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Signori
Traccia araldica della famiglia: Maurigi
Corona nobiliare Maurigi
Proveniente dalla Germania, questa famiglia si stabilì in Sicilia nel 1239 con Aurelio, antico libero barone di Castel Maurigi in Svevia, capitano imperiale di Federico II, che lo nominò suo Vicario generale in Sicilia con diploma dato da Capua il 22 marzo 1239. Un ramo di questa famiglia fiorì in Lombardia, ove ebbe la Signoria di Monza, e si estinse in Milano dopo aver dato alla Chiesa il cardinale Giacomo-Antonio, che fu arcivescovo di Firenze. I Maurigi di Sicilia, tanto nella città di Sciacca, ove dimorarono fino al secolo XVI quanto in Palermo nei secoli XVI, XVII, XVIII, occuparono ripetutamente tutti gli uffici riservati alla più chiara nobiltà. Un ramo prosperò anche a Monte Sangiuliano ove nella metà del secolo XVII si estinse. Fra i personaggi più eminenti giova ricordare: Marco Antonio e Giovanni Federico Maurigi, illustri capitani nella guerra del Vespro per la casa Aragonese. Giovanni Maurigi e Peralta,... Continua
cui fu riconosciuta e riconfermata la discendenza dagli antichi baroni di Castelmaurigi in Svevia da Re Alfonso con diploma del 23 giugno 1444, e ascritta fu la famiglia per volontà dello stesso re alla nobiltà d'Aragona, Gerusalemme ed Ungheria; Simone Maurigi Decaro e Sieripepoli fu Consigliere di S.M. Cattolica e Regio Secreto della città di Palermo nel 1675; Giovanni Maurigi Catena e Lanza fu quattro volte senatore di Palermo sul finire del secolo XVI, Ignazio, suo figlio, fu anch'esso due volte elevato a quella dignità. Al marchese Simone, fu concesso in feudo la dignità di Maestro della Zecca del regno di Sicilia e nel 1728 fu Maestro Giurato. In tempi a noi più vicini vanno ricordati Giovanni Maurigi nel 1880. Primo Presidente della Corte di Cassazione di Palermo e Senatore del Regno e suo figlio Ruggiero, anch'esso Senatore, sette volte deputato al Parlamento, colonnello nella Riserva, combattente nelle guerre dell'Indipendenza nazionale e decorato della medaglia d'argento al valor militare. I Maurigi di Sicilia, considerati baroni imperiali avanti il X secolo, furono fatti marchesi o conti per sè e discendenti, dall'Imperatore del 14 settembre 1726 nella persona di Giovanni catena e Lanza. Lo stesso imperatore concesse al figlio Simone, a memoria della famiglia, il titolo di marchese di Castelmaurigi con dipl. 28 ottobre 1728 col quale ella Corona d'Italia, di Ruggero unitamente a quello di marchese o conte (mf). Lo stemma della famiglia Maurigi è: D'azzurro al leone rivoltato e coronato d'oro al capo cucito d'azzurro caricato di tre gigli d'oro, posti in fascia.

Compra un documento araldico su Maurigi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Maurigi

Stemma  della famiglia Maurigi

1 Blasone della famiglia Maurigi

D'azzurro al leone rivoltato e coronato d'oro al capo cucito d'azzurro caricato di tre gigli d'oro, posti in fascia.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook