1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome Nobili Vitelleschi

Cognome: Nobili Vitelleschi

Dossier: 2733
Nobiltà: Marchesi
Nobili in: Italia
Anteprima araldica della famiglia: in: Italiano

Anteprima araldica della famiglia: Nobili Vitelleschi

Corona nobiliare Nobili VitelleschiLa famiglia è un ramo della potentissima famiglia dei Vitelli e discendente da Vitellio, di Angelo Vitelli, che nel 1302 si stabilì a Foligno. Suo figlio Puccetto fu nel 1342 capitano della Custodia di Siena. Giacomo, di Puccetto, perseguitato da Trincia Trinci, signore di Foligno, riparò a Corneto, dove nacque il celeberrimo Cardinale Giovanni, Arcivescovo di Firenze e generale delle armi di S.R.C. Suo nipote Bartolomeo fu anche egli Cardinale nel 1447. Altri personaggi valentissimi vanta questa famiglia e tra essi il padre Muzio, che fu generale della Compagnia di Gesù. Uscirono inoltre da questa Gens numerosi cavalieri di Malta e di S. Stefano, e possedette molti feudi e signorie. Federico II concesse loro nell'anno 1452 il titolo di conte, più tardi quello di marchese sul feudo di Rigatti. Questa nobilissima famiglia si estinse in Virginia di Sante Vitelleschi, moglie di Gerolamo de' Nobili di Rieti. I marchesi Marcello ...

Continua

Stemma della famiglia: Nobili Vitelleschi

Stemma  della famiglia Nobili Vitelleschi

1 Blasone della famiglia Nobili Vitelleschi

Nobili Vitelleschi del Lazio. Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol IV p.841.

Partito di oro e d'azzurro a due vitelli dell'uno nell'altro, affrontati e passanti sul terreno di verde; col capo partito d'azzurro e di rosso caricato da sei gigli d'oro da sei gigli d'oro ordinati in fascia.

Verba Volant, Scripta Manent
(Le parole volano, gli scritti rimangono)
Compra ora un documento araldico professionale

Vai al Catalogo

Non vi è futuro senza passato
Consegna alla memoria storica il nome della tua famiglia
Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:
Email:

Ricerca Cognome


Heraldrys Institute of Rome on Facebook