EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Pipoli, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Pipoli
Corona nobiliare Pipoli La famiglia Pipoli è assai antica e nobile, originaria di Bologna. I nomi dei suoi componenti si trovano soprattutto ricordati in contratti di acquisto di terre e case. Annovera questa illustre casata personaggi di elevate virtù, ma la penuria delle scritture in quegli antichi secoli ci priva di quelle curiosità più nobili, che si possono desiderare. Varie rami della famiglia si propagarono in diverse regioni d'Italia. Il commendator G.B. di Crollalanza riporta la blasonatura di questa famiglia nei volumi del suo Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane. Molte famiglie posero la loro dimora in Bologna, perchè considerata ne' tempi più remoti famosa trà le Repubbliche, per il valore de' suoi Capitani, per la dottrina de' suoi Giureconsulti, per i molti Rettori di diverse città, e per l'autorità de' suoi Magistrati. Le memorie di alcune famiglie che per avventura si conservano con decoro, e che ne' tempi... Continua

antichi hanno al di lei splendore cooperato; e benchè il tempo distruggitor del tutto abbia frà le rovine, incendi de gl'Archivi in diverse congiunture, e per le discordie civili, e per l'invasione de' barbari consumate in gran parte le scritture avanti il 1260, pur tuttavia la famiglia ha diligentemente conservato diverse pergamene, e trattati appartenuti a questa sua casata. La presenza dell'arma e del motto nella bibliografia documentata della famiglia Pipoli ci conferma l'avita nobiltà raggiunta dalla casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza o data dal sovrano al proprio uomo ligio. Motto della famiglia. Crescit suo lumine sidus.


Compra un documento araldico su Pipoli

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Pipoli

Blasone della famiglia

Trinciato; d'argento, ad una rosa di rosso, e di rosso ad una crocetta d'argento; con la banda d'oro attraversante sulla partizione.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook