EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Piscardi, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Piscardi
Corona nobiliare Piscardi Vuolsi che il ramo tortonese sovente denominato anche Viscardi ed ignorato dal Guasco di Bisio e da Manno, tragga origine dai G. monferrini, conti palatini, marchesi di Cerro Tanaro, conti di Villanova, consignori di Monteu Po e di Terruggia, ambasciatori e cancellieri dei Paleologo e dei Gonzaga principi dell'impero, signori del Monferrato; non ci fu dato reperire elementi anagrafici tali da attestare i legami di cui sopra che tuttavia non si esclude siano realmente esistiti; la monografia quindi attinge alle fonti, assai scarse, del Montemerlo la cui madre era una G., del Carnevale, del Guasco di Bisio e dal Libro d'Oro della nobiltà Amoriense, 292, in base alle quali è stato elaborato il frammento genealogico qui riprodotto. Non consta che i G. di T., che vivevano agiatamente e si imparentarono con famiglie del luogo, sostenessero cariche pubbliche; Cecilia sposò Alberico Opizzoni genitore di Gentile nato nel 1510 che venne avviato... Continua

alla carriera acclesiastica; nel 1552 era canonico del Capitolo Metropolitano di Milano quando Giulio III lo creò vescovo di Canovia (Albania) ove morì nel 1582. Mariolo, cameriere del duca di Milano Ludovico Sforza detto il Moro, il 5 e 25 febbraio 1492 fu da questo infeudato di Pernate e Boca (Novara) che i nipoti Giov. Maria e fratelli vendettero l'8 ottobre 1563 al dott. Giov. Battista Ploto; alcuni mesi dopo e precisamente il 30 ottobre 1492 anche Giovanni Antonio, che per affinità presumiamo fratello di Mariolo, venne infeudato di Castano Primo e Buscate (Milano) ceduti il 21 luglio 1503 a Francesco Bernardino Visconti. Da Angelo, filgio del predeto Giov. Antonio, nacque Donnina che nel 1531 sposò Stefano Montemerlo cultore di lettere da cui Niccolò il notissimo storico tortonese, su menzionato, che nel 1618 pubblicò "Historia della città di Tortona" con i tipi di Nicolò Viola; la discendenza proseguì da un fratello, non identificato, di Donnina e padre di Giulio CCesare che lo rese nonno di alcuni nipoti. Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria di Breseta nel Bergamasco. Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria di Velletri. Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria di Bergamo.


Compra un documento araldico su Piscardi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Piscardi

Blasone della famiglia

Troncato d'oro e d'azzurro, al primo caricato di un aquila di nero, al secondo di una spada e due stelle a sei punte il tutto d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook