EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Poddo, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Poddo
Corona nobiliare Poddo
La famiglia visse con molto splendore nella Città di Polizzi, la quale un tempo fù habitata di molte nobili famiglie, vogliono ch'ella habbi venuto in Sicilia da Perugia Città d'Italia, ove fra le prime hà goduto le preminenze, i carichi, e gl'uffici, ed ogn'altro supremo honore. Indi derivarono i Poddo di Padua, di Piacenza, di Fiorenza, di Fano, di Iodi, di Napoli, e di Sicilia. Gio: Pietro di Crescenzi dice che i Poddo derivano della famiglia Figliodoni originata della Confalonieri, che in Piacenza, fiorì nel 1131. dicono che Figliodoni vuol dire figli d'Oddone che fù conte di Campagna in Italia. Però Francesco Zazzera dice che questa casa discende da Pietro Poddo fratello Pierrivalle, Palagnato, e Broccardo quattro chiarissimi Capitani Germani, che furono lasciati dell'Imperador Federico secondo, suoi Vicarij in Italia, dà chi nacque Oddone che fù progenitor di questa famiglia, la quale oltre i governi, e gl'uffici ch'à goduto, e... Continua
stata congiunta in parentela con le prime famiglie nobili d'Italia, conforme scriveno i predetti di Crescenzi, e di Zazzera, che pure annoverano gli suoi huomini illustri, che per esser lontani della nostra Sicilia, si lasciano da canto. Il primo dunque che venne da Perugia in Sicilia fù Henrico Poddo figlio di Filippo; il quale havendo in odio le guerre civili della sua patria dè nè venne con le sue ricchezze in Sicilia, e seco Andrea d'Oddo c'habitò nel Monte di San Giuliano nel 1400, e Giovanni nella Città di Noto ne 1427. Henrico habitò in Polizzi, ed ivi lasciò la sua posterità, e comprò il feudo di Sichechi nel 1435. Hebbe egli due figli Filippo, e Giacomo; il quale procreò Alfonzo Poddo che con Beatrice Salamone figlia di Giovannello nobile cavaliero nepote di Gugliemmo Salamone Vescovo di Cefalù generò Alfonzo che morì fanciullo. Da Filippo primo figlio d'Henrcio, ed Eufemia Dente sua moglie nè nacque Giacomo, e Melchiora, che per la morte del fratello successe nelli feudi di Sicheche, e della Fichera per sua madre Eufemia che successe nel feudo della Fichera dopò la morte d'Andrea Dente suo fratello. Si casò Melchione con Lucretia che gli generò Giacomo Filippo, Gio: Thomaso, Gio: Pietro, Antonino, Alfonzo, Sebastiano, Pretiosa, e Margarita, moglie di Gio: Antonio Amato Barone di Bilici, e Pretiosa, si casò con Carl Guido la Matina, e procreò Eufemia madre del Patre Pietro Notarbartolo della compagnia di Giesù.
Compra un documento araldico su Poddo

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Poddo

Blasone della famiglia

D'argento alle due fasce di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook