Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Ponzo, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Cavalieri
Variazioni cognome: Ponzi
Traccia araldica della famiglia: Ponzo
Variazioni cognome: Ponzi
Corona nobiliare Ponzo Antica ed assai nobile famiglia toscana originaria del territorio di Siena propagata, nel corso dei secoli, in diverse regioni del Regno. Altra famiglia. Antica famiglia piemontese, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata nel nomen latino "Pontius", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, tal casato , verosimilmente, venne fregiato del cavalierato in seguito alla virtuosa e coraggiosa partecipazione di un Raimondo Ponzo, sotto i vessilli del "Conte Rosso", ovvero Amedeo VII, alla conquista, nel 1388, di uno sbocco al mare con Nizza, uno dei capisaldi del potere della Casa Savoia in Piemonte. Ma, d'altronde, tal casato, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: Francesco, ingegnere camerale in Milano, nel 1494; Ascanio,... Continua

maestro di campo, arruolato nell'esercito di Carlo III di Savoia; Cav. Carlo Maria, dottore in "utroque jure", vivente in Torino, nel 1564; Saverio, Regio Notaio, vivente in Torino, nel 1578; Ascanio, dottore in Sacra Teologia, vivente in Asti, nel 1643; Ernesto, legato di Vittorio Amedeo II di Savoia, vivente nel 1697; Cav. Michelangelo, consigliere in Asti, vivente nel 1702; dott. Pietro, insigne medico, operativo presso varie corti, italiane ed europee, fiorente nel 1723; Raffaele, chiaro giureconsulto e saggista, consigliere in Torino, vivente nel 1731; P. Girolamo, dell'Ordine dei Predicatori, uditore e preposito del proprio ordine, vivente in Pinerolo, nel 1763; Emanuele, notaio, vivente in Asti, nel 1787; D. Battista, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente in Chieti, nel 1789; Nicola, consigliere della Università degli Studi del Piemonte, vivente nel 1792; Giovanni, legato di Vittorio Emanuele I, vivente in Pinerolo, nel 1815. Altro ramo. Antico e nobile casato di Lamezia Terme, detto Ponzio o Ponzo, appartenente, al dir di P. Giuliani, già nel XVI secolo, al primo ceto cittadino. Più esponenti della nobile famiglia P., entrati nell'Ordine Domenicano, vi si distinsero per una prestigiosa carriera: Agostino e Pietro, vennero eletti Provinciali in Calabria, rispettivamente, nel 1532 e nel 1587 ed il più noto Fra Dionisio fu Priore del monastero dell'Annunziata nel 1598, quando vi ospitò Tommaso Campanella, appena giunto a Nicastro. Altro ramo. Nobile famiglia senese, detta Ponzo, Pontii o Ponzi, la quale levò per arme. D'azzurro, alla fascia increspata d'oro. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Ponzo

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Ponzo
Variazioni cognome: Ponzi

Stemma  della famiglia Ponzi

1 Blasone della famiglia Ponzi

D'azzurro, ad un filare di piccioni al naturale, posti in fascia.

Ponzi di Toscana e Ponzo del Piemonte. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Stemma  della famiglia Ponzi

2 Blasone della famiglia Ponzi

D'azzurro, alla fascia increspata d'oro.

Ponzi di Siena. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze fasc. 7803. Si trovano anche le forme cognominali Pontii e il cognome del Vescovo.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook