EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Ragazzidi, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Traccia araldica della famiglia: Ragazzidi
Corona nobiliare Ragazzidi I Ragazzidi, detti anche Ragazzi o Ragatzi, appartengono ad una famiglia decurionale di Cremona, che ha per capostipite Marcellino, dal quale, per varie generazioni, discende Giovan Paolo, che fu creato marchese da Ranuccio Farnese, duca di Parma, con diploma 1 febbraio 1690. Detto titolo fu confermato nello Stato di Milano, con sentenza 16 marzo 1722, riducendo però la trasmissione ai soli maschi primogeniti. Con Sovrana Risoluzione 21 novembre 1819, fu confermata l'antica nobiltà ed il titolo marchionale a Giuseppe, che in prime nozze impalmò Teresa Cerri ed in seconde Carolina Moriggia. Furono figli suoi: Maria, sposata al conte Giuseppe Guadagni; Giuditta, moglie di Giovanni Mari; Gaetano, marito di Maria Cernuschi, da cui Giuditta, Rosa e Berardo (morto nel 1852). Questi prese in moglie Ottavia Capriata dei marchesi di Sardigliano, che lo rese padre di Adelaide, sposata nel 1842 con GIorgio Boltraffio; di Enrichetta (nata 1828), moglie di don Filippo Olivazzi,... Continua

consignore di Quattordio; di Muzio e di Carlotta. La famiglia è iscritta genericamente nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano del 1922, col titolo di Marchese (maschio primogenito), trattamento di Don e Donna, in persona dell'ultimo riconosciuto Giovanni (1816-1817).


Compra un documento araldico su Ragazzidi

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Ragazzidi

Blasone della famiglia

D'oro a due fascie abbassate di azzurro sormontate da una croce di Pisa addestrata di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook