1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Raschio, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Traccia araldica della famiglia: Raschio
Corona nobiliare Raschio
Una delle più antiche e nobili famiglie di Chieri facente parte dell'albergo degli Albuzzani, ebbe in ogni tempo parte principale nel maneggio dei pubblici affari, e sostenne più volte onorevoli ambasciate agl'imperatori ed ai principi di Casa Savoja. Dapoichè il Comune di Chieri si diede spontaneamente a questi principi, la famiglia Raschieri, che fin da remoto tempo ne favoriva le parti, si dedicò tutta al loro servizio. Difatto in principio del XVI secolo Giovan-Giacomo, uno de' più famosi giureconsulti del suo tempo, pervenne alla carica di presidente e consigliere di Stato, e fu inviato dal Duca Carlo-Emanuele I a Milano per difendere le sue ragioni sopra il Monferrato, e più tardi per essere mediatore nel trattao col Re di Spagna e al Duca di Mantova. Giambattista, di lui figlio, fu rettore dell'università dei nobili di Chieri. Molti e prodi capitani si sono illustrati nelle guerre napoleoniche in difesa del regno... Continua
e della casa sabauda. La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza o data dal sovrano al proprio uomo ligio. Motto della famiglia: De jour en jour.

Compra un documento araldico su Raschio

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Raschio

Blasone della famiglia

D'argento, a due pali d'azzurro; col capo di rosso, caricato di un'aquila d'argento.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook