Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Taxis Bordogna Valnigra, provenienza: Italia

Titolo: Baroni
Traccia araldica della famiglia: Taxis Bordogna Valnigra
Corona nobiliare Taxis Bordogna  Valnigra Questa famiglia possedette le terre di Bordogna e Valnigra al monte Tasso in prossimità di Bergamo, ed altre nella Val Brembana. Nel 1500 si trasferirono a Trento e il 7 giugno 1516 venne loro confermata la nobiltà. Verso il 1540 Bono de Bordogna e Valnigra sposò Elisabetta, figlia di Ruggero della Torre e Tassis, ed in seguito a questo matrimonio la famiglia venne in possesso degli uffici postali di Trento, Bolzano, Egna e lungo l'Adige ed assunse pure il nome e lo stemma Taxis. I Taxis ebbero dall'imperatore Leopoldo, il 20 febbraio 1683, l'investitura del feudo postale di Trento, Bolzano e lungo l'Adige. A Lorenzo colonnello ereditario delle poste per il tratto atesino e Bolzano, nonché ai suoi due nipoti Lorenzo e Ferdinando Massimiliano, figli di suo fratello maggiore Pietro Paolo, colonnello ereditario delle poste di Trento, fu conferito dall'imperatore Carlo VI, con diploma dato a Vienna il 18 luglio... Continua

1714, il titolo di barone del S. R. I. a riconoscimento delle prestazioni della famiglia nell'esercizio del servizio postale sia in guerra che in pace. Lorenzo III (1651-1683) ebbe due figli: Pietro Paolo I e Lorenzo IV. I discendenti di Pietro Paolo I formarono il ramo primogenito di Trento, e quelli di Lorenzo IV il ramo di Bolzano. La linea di Trento si suddivise in due rami: quello principale di Trento e quale cadetto di Vienna. Luigi Lorenzo Antonio Giovanni Francesco Giuseppe Gerolamo Albino (n. a Trento il 1 marzo 1750, dec. nel 1800) sposò nel 1780 Giuseppina contessa di Spaur e Flavon da cui ebbe Pietro Virgilio Giovanni Battista Martino (n. a Trento l'11 novembre 1780, dec. il 28 settembre 1836), i. r. ciambellano e maggiore, spos. a Sporminore il 19 ottobre 1826 con Crescenzia, contessa di Spaur e Flavon, n. a Sporminore il 16 aprile 1805, dec. a Trento nel 1855. Fu suo figlio Giuseppe Emanuele (n. a Trento il 2 agosto 1834, dec. a Trento il 23 gennaio 1886), spos. a Trento il 1 giugno 1869 con Clementina Maria de Panizza di Brunnenwald, n. Trento l'11 maggio 1844. La famiglia è iscritta nell'El. Uff. Nob. Ital. coi titoli di barone delle S. R. I. (mf.), in persona di Omodeo Alessandro Antonio Maria, di Giuseppe, n. a Trento il 28 marzo 1872, i. r. capitano distrettuale, sp.a Innsbruck il 6 novembre 1899 con Francesca Anna Antonia Ottenthaler d spos. Lo stemma della famiglia Taxis Bordogna Valnigra è: Inquartato: nel primo e quarto d'oro all'aquila bicipide di nero coronata del campo, linguata, rostrata ed armata di rosso, il campo poggiato su una fascia d'azzurro caricata di un tasso passante d'argento; nel secondo e terzo partito: a) d'argento a due caprioli di rosso sovrapposti; b) di rosso al grifo d'argento rampante, coronato d'oro, il capo poggiato sopra una fascia bandata di rosso e di nero di quattro pezzi caicata di un moneta d'oro. Cimiero: Su tre elmi torneari: A destra ed a sinistra un leone di rosso coronato dello stesso, nascente, quello di sinistra rivolto, con la coda rialzata e avente la schiena coperta da un drappo d'argento caricato di uno scaglione di rosso, con la punta verso il petto; nel centro la figura di un vecchio con la barba bianca fluente, con tunica lunga color rubino, oro, argento e nero, con un piccolo cappello sormontato da quattro piume di struzzo degli stessi colori; tenente nella mano destra un corno d'oro da postiglione in atto di suonarlo, la sinistra posata sul fianco, con una fascia alla cintura dei quattro colori suddetti.


Compra un documento araldico su Taxis Bordogna Valnigra

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico: tel. +39 393 2258835 (orario 10-18) , Sms 24h/24

Stemma della famiglia: Taxis Bordogna Valnigra

Stemma  della famiglia Taxis Bordogna Valnigra

1 Blasone della famiglia Taxis Bordogna Valnigra

Inquartato: nel primo e quarto d'oro all'aquila bicipide di nero coronata del campo, linguata, rostrata ed armata di rosso, il campo poggiato su una fascia d'azzurro caricata di un tasso passante d'argento; nel secondo e terzo partito: a) d'argento a due caprioli di rosso sovrapposti; b) di rosso al grifo d'argento rampante, coronato d'oro, il capo poggiato sopra una fascia bandata di rosso e di nero di quattro pezzi caicata di un moneta d'oro. Cimiero: Su tre elmi torneari: A destra ed a sinistra un leone di rosso coronato dello stesso, nascente, quello di sinistra rivolto, con la coda rialzata e avente la schiena coperta da un drappo d'argento caricato di uno scaglione di rosso, con la punta verso il petto; nel centro la figura di un vecchio con la barba bianca fluente, con tunica lunga color rubino, oro, argento e nero, con un piccolo cappello sormontato da quattro piume di struzzo degli stessi colori; tenente nella mano destra un corno d'oro da postiglione in atto di suonarlo, la sinistra posata sul fianco, con una fascia alla cintura dei quattro colori suddetti.

Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. VI.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook