Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Zaccuri, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri
Traccia araldica della famiglia: Zaccuri
Corona nobiliare Zaccuri
Antica famiglia calabrese, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di autorevoli genealogisti, andrebbe ricercata in una modificazione, dovuta a fenomeni di fonetica dialettale e/o ad errori di tradizione manoscritta, del personale, di matrice biblica, "Zaccaria", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. Secondo altri autori, invece, tal famiglia discenderebbe dal nobile casato siciliano Zuccari, che rifulse nobiltà in Messina, sin dal XIV secolo. Una ulteriori ipotesi vedrebbe tal cognome frutto della latinizzazione di due nome di matrice araba, ossia Zak-Khouri. In ogni modo, tralasciando le ipotesi... Continua

relative ad una comune agnazione tra le due casate, secondo quanto ci viene tramandato, la famiglia Zaccuri, verosimilmente, venne fregiata del cavalierato, in seguito alla partecipazione, sotto i vessilli aragonesi, connotata da coraggio e virtù, di un Carlo alla guerra d'Otranto, del 1481, contro gli Ottomani. D’altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Cav. Biagio, dottore in "utroque jure", vivente in Reggio Calabria, nel 1521; Nicodemo, notaio, vivente in Reggio Calabria, nel 1534; Federico, maestro di campo, vivente in Gioia Tauro, nel 1561; Girolamo, notaio, vivente in Catanzaro, nel 1563; Antonio Maria, distintosi nella difesa di Malta contro i Turchi, nel 1565; Giuseppe, milite dei corazzieri del re Filippo II di Spagna; dott. Alfredo, Regio Notaio, vivente in Napoli, nel 1599; D. Luigi, canonico, teologo e commissario apostolico, fiorente in Reggio Calabria, nel 1614; Giancarlo, dottore in "utroque jure", vivente in Reggio Calabria, nel 1623; Benedetto, medico e saggista, vivente in Catanzaro, nel 1645; Amedeo, protomedico alla Corte Napoletana, vivente nel 1646; Raffaele, il quale servì il re di Spagna durante la rivolta di Masaniello del 1647; Cav. Luciano, dottore in "utroque jure", vivente in Reggio C., nel 1656; Antonio, notaio, vivente in Reggio Calabria, nel 1699; Carlo Maria, dottore in ambo le leggi, vivente in Reggio Calabria, nel 1763. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Zaccuri

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Zaccuri

Stemma  della famiglia Zaccuri

1 Blasone della famiglia Zaccuri

Di verde alla fascia d'argento caricata di tre stelle di otto raggi di rosso.

Fonte: Archivio Storico di Heraldrys Institute of Rome.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook