EU Avviso cookies: Questo sito fa uso dei cookies per migliorare la sua esperienza. Se non li gradisse può inibirne l'uso regolando il suo browser nella sezione strumenti e modificando le impostazioni dei cookies. Informazioni sulla privacy. Non Accetto
OK Accetto Chiudi questo avviso.
  1. Home
  2. Ricerca Cognome
  3. Risultato della Ricerca
  4. Origine del cognome

Origine del cognome Zuasco, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Marchesi
Traccia araldica della famiglia: Zuasco
Corona nobiliare Zuasco Famiglia illustre e di nobiltà antichissima, sulle origini della quale, come su quasi tutte le grandi casate, si fantasticò, per il passato e solo in questi ultimi tempi, essendosi approfonditi gli studi in proposito per merito della Società Storica Subalpina, la quale, unica prima d'ora, addivenne alla consultazione di documenti anteriori al 1300, rimasti finora inesplorati, si potè dire una parola relativamente più sicura, nonostante i tempi assai lontani, perchè affermata in base a documenti trovati da membri della predetta Società specializzatisi nella materia, cioè del Gabotto, fondatore della Società stessa del Baudi di Vesme, dal Bollea e da un membro della famiglia stessa, consocio ai sullodati e autore di opere storico-araldico marchese di Bisio, che l'inserì nella Storia del Guasco da lui compilata (vedi Francesco Guasco: "Tavole Genealogiche di Famigli nobili Alessandrine e Monferrine dal secolo IX al XX". Vol. I, "Famiglia Guasco, di Alessandria" - Casale 1924). In... Continua
base agli anzidetti documenti i Guasco debbono ritenersi d'origine Manfredinga. Da Manfredo, vasso diretto dei Re Franchi e prossimo congiunto per donne della stirpe carolingia, vissuto nella prima metà del secolo VIII nella diocesi di Magonza e morto nel 756 (v. "Vita di S. Lullo, Vescovo di Magonza") nacque altro Manfredo, che da affermazioni precise di cronisti risulta essere stato di sangue regio (v. Chron. Nov. I, III, cc, 1 e 2; fu suo figlio Guagenfrido, Conte di Verdum, che nel 765 sposò Teidlinde, figlia di Alberico II della Casa di Kent, e nel 795 fece due donazioni all'Abazia di Gorze (v. Cartulaire de l'Abbaye de Gorze", nn. 37 e 38); egli fu padre di Manfredo, Conte d'Orléans (800-834), che, venuto in Italia, ebbe in dono dal Re Lotario la Valtellina e altri beni nell'Italia Superiore, e fu creato Conte di Lucca e poi Duca di Tuscia e dell'Italia Neustria (834-836). Egli ebbe per la una figlia del Re Carlo Magno e fu loro figlio Alberico, Conte di Milano e del Seprio (845 c. -880 c.), che fu padre di Manfredo, Conte di Lodi (879-896), Conte di Milano e del S. Palazzo d'Italia (888-896), Marchese della marca di Langobardia (894-896), impadronitosi di Biella e di parecchie terre del biellese e novarese (878), decapitato (896) per ordine dell' Iperatore Lamberto, cui si era rebbe in dono dall'Imperatore nel 796 Montiglio, Moncucco, Vestignè, Verrua e parte di Moncestino, fu padre di Ariberto, dal quale nacque Manfredo di Brosolo, che ricevette dal Re Arduino vari paesi già sottomessi alla distrutta abazia di Vezzolano (1002) e ebbe per moglie una figlia del detto Re.

Compra un documento araldico su Zuasco

Per informazioni non esiti a contattare il nostro esperto Araldico:

Stemma della famiglia: Zuasco

Blasone della famiglia

D'azzurro alla mareggiata sormontata da una mezzaluna crescente d'argento, alle tre stelle di sei raggi d'oro male ordinate nel punto del capo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook