Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Pesquisa Sobrenome
  3. Resultado da pesquisa
  4. Origem do sobrenome

Origem do sobrenome Cavazzi Della Somaglia, país de origem: Italia

Nobreza: Marchesi
Rastro heráldico da família: Cavazzi Della Somaglia
Coroa de nobreza Cavazzi Della Somaglia
Illustre famiglia milanese investita del castello, luogo e territorio della Somaglia, Monte Oldrado e Castelnovo di Roncaglia, come appare dall'investitura 10 luglio 1371, rog. Ambrogio Tomerio e Giovanni Suganappi, notai di Milano, concessa da Barnabò Visconti a Nicorolo, castellano di Melegnano e consorti, padre di Ruggero e Pietrino, ai quali veniva confermato da Gianmaria Visconti, duca di Milano, il possesso del detto feudo con investitura 10 settembre 1404. Bartolomeo, figlio di Pietrino, generò altro Pietrino e Sanguinolo, che 3 febbraio 1452 ottennero da Francesco I Sforza, la concessione dell'impresa dei tre anelli incrociati ed i titoli di conti e baroni... Continua

della Somaglia per maschi, feudo, pure riconosciuto con diploma 20 marzo dal duca Galeazzo Maria ad Ugone e Battista, figli del detto Pietrino. Batista fu padre di Camillo, che riconfermato da Francesco I, re di Francia, con diploma 24 nov. 1516, fu bisavo di Bernardino, commendatore di San Jago; discese per varie generazioni Gianluca, presidente del Consiglio comunale di Milano nel 1814, altro degli inviati a Parigi presso le Alte Potenze Alleate, dal quale ha origine la diramazione tuttora fiorente. Da Bassano, fratello di Pietrino e di Sanguinolo, proviene Antonio, morto senza prole nel 1628 lasciando erede del patrimonio suo, compresa la grandiosa villa di Orio, coll'obbligo di assumere il cognome della Somaglia, il cremonese Paolo Dati. Dopo lunga lite fra i Somaglia ed i Dati, eredi del predetto conte Antonio, con regio assenso il possesso della Somaglia, rimase ai primi. Da Orazio discende il ramo piacentino dei Somaglia, che produsse Gaetano (1752-1837), giudice nella Corte dei Conti del Regno d'Italia, i. r. ciambellano ed intendenti dei beni della corona, Giulio Cesare (1744-1830), cardinale segretario di Stato di Leone XII, ed il fratello di questi, Carlo, ultimo di sua casa, che da Barbara dei marchesi Vajni ved. contessa Salazar, ebbe vari figli a lui premorti e che dalla seconda conserte, Teresa Vigoni, non ebbe prole. Motto della famiglia: Meminisse invabit. Lo stemma della famiglia Cavazzi Della Somaglia è: Inquartato: nel primo d'oro al cavaliere, vestito a coperto di rosso, montato sul cavallo di argento, bardato di rosso, passante; al secondo e terzo controinquartato: a) di rosso a tre anelli d'oro male ordinati ed intrecciati; b) di rosso alla spazzola d'oro; c) d'azzurro a due fascie di argento controinnestate; d) di rosso al morso di cavallo, all'antica, di argento, posto in sbarra; al quarto di Cavazzi che è di azzurro a tre bande d'oro ripiene di rosso, colla testa di moro, bendato di argento, attraversante; il tutto col capo d'argento, carico di tre biscioni viscontei di azzurro, coronati d'oro, col putto uscente di carnagione, ordinati in fascia, la coda di quello di mezzo accostata dalle sigle FR. e SF. di azzurro.


Compre um documento heráldico sobre família Cavazzi Della Somaglia

Para mais informações ou dúvidas, por favor não hesite entre em contato conosco:

Escudo da família: Cavazzi Della Somaglia

Escudo da família Cavazzi della Somaglia

1 Brasão da família Cavazzi della Somaglia

Inquartato: nel primo d'oro al cavaliere, vestito a coperto di rosso, montato sul cavallo di argento, bardato di rosso, passante; al secondo e terzo controinquartato: a) di rosso a tre anelli d'oro male ordinati ed intrecciati; b) di rosso alla spazzola d'oro; c) d'azzurro a due fascie di argento controinnestate; d) di rosso al morso di cavallo, all'antica, di argento, posto in sbarra; al quarto di Cavazzi che è di azzurro a tre bande d'oro ripiene di rosso, colla testa di moro, bendato di argento, attraversante; il tutto col capo d'argento, carico di tre biscioni viscontei di azzurro, coronati d'oro, col putto uscente di carnagione, ordinati in fascia, la coda di quello di mezzo accostata dalle sigle FR. e SF. di azzurro.

Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI" .

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook