Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Emami, país de origem: Italia

Nobreza: Patrizi
Heráldica da família: Emami
Coroa de nobreza Emami
La famiglia è originaria di Mercato Saraceno, e andò a stabilirsi a Cesena sui primi anni del secolo XVIII. Primo ad essere ascritto alla nobiltà di Cesena fu Marco Giuseppe, il quale, avendo coperto le pubbliche cariche, ottenne gli onori competenti al grado nobile, di cui godevano gli altri signori consiglieri. Questa famiglia si innalzò per agiatezza e per dignità ecclesiastiche. Giambattista, di Marco Giuseppe, fratello di Giambattista nato nel 1715 sostituì il padre nei pubblici uffici; un figlio di Giuseppe, di nome Giuliano, nato nel 1759, diventò Vescovo nella città della Pieve; e un altro nome Giovanni, nato nel... Continua
1754, dottore in legge, occupò i saggi consiliari della sua città. La famiglia conta altresì esempi di civile benemerenza, tra cui l'avvocato Francesco, di Giuseppe, nato nel 1753; fu esule in Inghilterra, per amore di libertà, e consolò gli ultimi e tristi giorni di Ugo Foscolo. Unici discendenti oggi di questa famiglia sono il dott. Giuseppe, di Romualdo, nato il 10 novembre 1882, residente a Salerno, ed una sua sorella di nome Angiola, nata il 2 aprile 1889, sposa all'avv. Alberto Turchi di Cesena. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di patrizio di Cesena (m), in persona di Giuseppe di Romualdo. Sorella: Angiola in Turchi di Cesena.
Compre um documento heráldico sobre família Emami

Escudo da família: Emami

Brasão da família

D'azzurro, alla fascia d'oro, accompagnata da sei stelle d'oro con sei raggi, situate tre in capo e tre in punta.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook